Cerno davanti all'Ospedale Civico di Lugano.
Cerno davanti all'Ospedale Civico di Lugano. (Facebook)

"Ero nel posto giusto al momento giusto"

Il frontman dei Vad Vuc, Cerno, racconta il suo recente problema fisico: un aneurisma dell'aorta, che è stato identificato per tempo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Vi racconto quello che mi è successo". Così Michele "Cerno" Carobbio, il frontman dei Vad Vuc, sabato ha affidato a Facebook il racconto di un suo recente problema fisico: un aneurisma dell'aorta che, fortunatamente, è stato identificato per tempo e si è quindi risolto per il meglio.

Tutto inizia durante una prova del gruppo: “Avverto una dolorosa fitta alla schiena”. Cerno non vi dà molto peso, in quanto “soffro di frequenti mal di schiena”. Ma il giorno dopo il dolore si estende al petto. E il suo medico lo sprona a recarsi subito in ospedale. È lì che viene individuata “una piccola protuberanza con una ‘dissezione’ dell’aorta”. Cosa significa? “L’aorta si sa rompendo” gli spiegano i medici del Cardiocentro.

Per il giorno successivo viene fissato l’intervento. Ma quella notte “accade quello che nessuno avrebbe voluto”: Cerno si sveglia per i dolori, “come se mi stessero bruciando vivo da dentro”. Per fortuna era già in ospedale.

Ora “per l’ennesima volta mi tocca ripartire da capo (…) Questa volta però non sono spaventato” conclude, ringraziando tutti.

 

Pa.St.
Condividi