Un fidanzamento e una convivenza, non un matrimonio (tipress)

IRB e IOR uniscono le forze

Nata l'associazione Bios+ per consolidare il polo di ricerca in biomedicina a Bellinzona

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Istutto di ricerca in biomedicina e l'Istituto oncologico di ricerca uniscono le forze e danno origine a Bios+ (Bellinzona Institutes of Science), un'associazione nata e presentata oggi, mercoledì, nella capitale. La presiede Gabriele Gendotti, con Franco Cavalli vicepresidente. Il fidanzamento verrà seguito presto anche dalla convivenza, sotto il tetto del nuovo stabile in Via Chiesa, ma non dal matrimonio, perché non si andrà intaccare l'indipendenza scientifica delle due strutture, una specializzata nell'immunologia e l'altra nello studio da un lato dei linfomi e tumori ematologici e dall'altro sui tumori solidi come il cancro alla prostata e quello al seno.

Si tratta, con sinergie e progetti comuni, "di consolidare e far crescere due realtà già molto presenti sul campo e riconosciuti dalla comunità nazionale e internazionale", spiega Gendotti. In totale, IRB e IOR contano 21 gruppi di ricerca. Entrambi gli istituti sono affiliati all'USI: il nuovo passo "va nella direzione giusta, nel senso del consolidamento di una costruzione come quella della facoltà in scienze biomediche", ha sottolineato dal canto suo il rettore dell'ateneo ticinese, Boas Erez.

CSI 18.00 del 15.09.2021 L'intervista di Luca Berti a Franco Cavalli
CSI 18.00 del 15.09.2021 L'intervista di Luca Berti a Franco Cavalli
 

"Quasi un mini politecnico"

"Questa associazione sarà un grosso motore di promozione e lancia un messaggio a Berna: abbiamo un centro di ricerche biomediche di valenza nazionale ed è ora che sia riconosciuto quasi come un mini politecnico della Svizzera italiana", afferma il professor Franco Cavalli, vicepresidente della nuova entità. "Negli ultimi anni", afferma ancora l'oncologo, "i rispettivi temi di ricerca si sono molto avvicinati: l'immunologia, tema fondamentale dell'IRB, non giocava prima un ruolo importante nel settore dei tumori", mentre oggi le cose sono radicalmente cambiate. Quindi "delle collaborazioni saltuarie e un po' anarchiche ci sono già state. Ora noi vogliamo pianificare questo".

IRB e IOR uniti da una nuova associazione

IRB e IOR uniti da una nuova associazione

Il Quotidiano di mercoledì 15.09.2021

 
CSI/pon
Condividi