Cala il prezzo della nafta

Il Quotidiano di lunedì 08.08.2022

(Ti-Press)

Il prezzo della nafta è sceso ma resterà alto

Per risparmiare sull'olio combustibile ci sono accorgimenti a corto e lungo termine

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Prima dell'inizio della guerra in Ucraina un litro di olio combustibile costava un franco, all'inizio dell'estate era salito a 1,70 e ora è attorno a 1.40. Un'evoluzione che potrebbe far innervosire chi ha già riempito la cisterna, ma secondo esperti e fornitori il prezzo resterà alto.

Una delle ragioni, spiega Paolo Righetti, presidente di Swissoil Ticino, è che il costo della raffinazione e del trasporto del prodotto finito è aumentato rispetto a sei mesi fa. L'evoluzione del prezzo della nafta non è quindi parallelo a quello del petrolio.

Per evitare che riscaldare la casa diventi un salasso, Righetti consiglia di abbassare di un paio di gradi il termostato, per risparmiare sul consumo. Inoltre, raccomanda di suddividere in due o tre comande il rifornimento, in modo da fare una media sulle variazioni del prezzo nel corso dell'anno.

Nel breve periodo possono essere utili anche dei piccoli gesti, sottolinea Massimo Filippini, professore specializzato in efficienza energetica dell'USI, come ottimizzare l'apertura delle finestre durante l'inverno per il ricambio di aria in casa. Sul lungo termine, afferma Filippini, bisogna però puntare sul risparmio energetico e sull'isolamento delle abitazioni per minimizzare la dispersione termica.

Quotidiano
Condividi