Morel: "Ascoltare tutti e concretizzare"

L'economista alla testa del PLR luganese si esprime su passato, presente e (soprattutto) futuro del partito in città

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo un periodo ricco di diatribe, fughe di personalità come l’ex vicesindaco Michele Bertini e altri guai, il PLR di Lugano ha girato pagina e ora ha una nuova guida nell’economista Paolo Morel.

Il presidente luganese del PLR spiega che la sezione è come una classe scolastica vivace, con personalità che dicono in modo chiaro le loro idee ed è sua intenzione ascoltare tutti. Morel ricorda che il suo partito ha "una sensibilità particolare per i vari segmenti della società" e si dice convinto che Lugano potrà fare di nuovo scelte sue in ambiti come economia e socialità".

 

E in merito all'ex Macello dice: "Affinché si possa esprimere un punto di vista quanto al futuro dei Molinari sul territorio di Lugano è necessario che si concretizzi un dialogo tra le parti. Il Municipio, da parte sua, ha più volte invitato i Molinari al dialogo ma, almeno sino ad oggi, questi inviti non sono stati raccolti. Sono state identificate soluzioni concrete che si auspica possano essere presto discusse".

Enrico Campioni
Condividi