O si guida o si chatta....
O si guida o si chatta.... (© Ti-Press)

Niente chat al volante

Campagna preventiva del Dipartimento delle istituzioni contro l'uso - sempre più diffuso - dei telefonini alla guida

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Distratti mai!". E' lo slogan della campagna lanciata martedì dal Dipartimento delle istituzioni contro l'uso sempre più diffuso dei telefonini - e dunque di chat, social e selfie - alla guida.

Nel 2016 sulle strade ticinesi si sono verificati 3'990 incidenti della circolazione, un quinto dei quali è stato causato da disattenzione al volante o alla guida di un altro mezzo di trasporto, come ad esempio in sella ad una bicicletta. E molto spesso all’origine di questi eventi vi è un utilizzo scorretto dello smartphone.

Anche le statistiche della polizia cantonale mostrano che questo comportamento rappresenta la seconda causa di violazione del codice stradale: se nel 2015 le multe emesse erano già quasi 4'000, i dati del primo semestre 2017 fanno registrare un ulteriore aumento del 10%. Oltre ai conducenti, sono sempre più numerosi anche i pedoni che si mettono in pericolo perché camminano concentrati sul piccolo schermo: in 12 casi, lo scorso anno, la loro disattenzione ha provocato un incidente.

Da qui la necessità di questa campagna, che durerà fino alla fine del mese di marzo del 2018.

joe.p.

Condividi