Marco Borradori, sindaco di Lugano
Marco Borradori, sindaco di Lugano (©Ti-Press)

"Nostro dovere fare chiarezza"

Marco Borradori precisa: "L’edificio era in una zona artigianale-commerciale; il rischio zero non esiste"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Molto è stato fatto negli anni per prevenire incidenti di questo tipo, sia a livello cantonale, sia comunale, ma il rischio zero, purtroppo, non esiste”, ha ricordato Marco Borradori, nel corso della conferenza stampa nella quale autorità e soccorritori hanno ripercorso la tragedia di Davesco-Soragno, dove due donne hanno perso la vita nel crollo di una palazzina di tre piani.

“Ora sarà nostro dovere fare chiarezza su quanto accaduto ed è per questo che abbiamo incaricato un esperto, Urs Lüchinger, di analizzare e capire le cause di questa disgrazia”, ha sottolineato il sindaco di Lugano che ha aggiunto: “Quell’edificio sorgeva in una zona artigianale-commerciale, poteva essere costruito ma bisognerà capire ora se quell’edificio poteva essere usato a scopo residenziale”.“Ancora presto per trarre delle conclusioni”, ha aggiunto Borradori su quest’ultimo punto precisando: “Solitamente per le zone commerciali-artigianali le norme prevedono l’abitabilità solo per questioni di custodia e sorveglianza”.

 

Bini Lino

Dal Quotidiano

 

 

Dal TG20

 

 

 

 

Condividi