Il sindaco di Bellinzona Mario Branda durante il suo intervento
Il sindaco di Bellinzona Mario Branda durante il suo intervento (©Ti-Press)

Omaggio alla memoria

Bellinzona ha attribuito il premio cultura 2014 a padre Callisto Caldelari

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La tradizionale cerimonia di fine anno di Bellinzona, tenutasi venerdì a Palazzo Civico, ha visto la città onorare la memoria di padre Callisto Caldelari deceduto lo scorso agosto. La sua persona è stata a più riprese evocata nel corso dell'incontro di fine anno per lo scambio degli auguri tra la capitale ticinese (rappresentata dal sindaco Mario Branda e dal presidente del Legislativo Tiziano Zanetti) e il presidente del Consiglio di Stato Manuele Bertoli.

In considerazione del suo contributo alla storiografia, religiosa e non, e più in generale al dibattito culturale in Ticino, in Svizzera e all’estero a padre Callisto è stato conferito a titolo postumo il Premio alla cultura 2014. Un riconoscimento anche per quanto ha fatto e ha rappresentato per la comunità del Sacro Cuore e per l’intera Bellinzona.

Per quanto riguarda lo sport, ad essere premiata è stata Tanja Goricanec, per aver raggiunto un risultato di assoluto prestigio nel beachvolley. La menzione speciale è stata assegnata agli atleti del Gruppo sportivo integrato Gilda Buzzolini e Nicolas Maury per le loro prestazioni di nuoto ai Giochi europei estivi Special Olympics.

lg

Condividi