Tra le proposte anche la circolazione con targhe alterne
Tra le proposte anche la circolazione con targhe alterne (©Archivio Ti-Press)

Piano Zali, partiti divisi

Contrari PPD e PLR. Soddisfazione a sinistra. La Lega sostiene il proprio consigliere di Stato

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le misure annunciate dal direttore del Dipartimento del territorio ticinese Claudio Zali per combattere l’inquinamento dividono i partiti anche se i principali capigruppo in Gran Consiglio chiedono tempo prima di esprimere un giudizio definitivo.

PPD

Fiorenzo Dadò è contrario. “A prima vista mi sembra vi siano delle misure talebane, da fanatici che penalizzeranno i cittadini ticinesi senza portare soluzioni”.

PLR

Alex Farinelli è scettico. “Mi sembrano delle soluzioni difficilmente applicabili”. Il capogruppo PLR fa notare che non si può porre una limitazione alla mobilità privata se come controparte si offrono i mezzi pubblici gratuiti, perché vi sono situazioni in cui questi ultimi non ci sono.

PS

Ivo Durisch condivide l’intento di ridurre l’impatto del traffico sulla qualità dell’aria: “Era quanto ci aspettavamo già da diversi anni”.

Lega

Daniele Caverzasio sostiene il proprio consigliere di Stato, sottolineando come la forza apparente delle misure proposte sia proporzionale alla loro eccezionalità: “C’è in discussione la salute delle persone, ciò a cui tutti teniamo. Di conseguenza l’eccezionalità va legata alla salute”.

CSI/ab

Dal Quotidiano:

Polverone sulle misure anti-smog

Polverone sulle misure anti-smog

Il Quotidiano di mercoledì 15.06.2016

Condividi