I tre sono anche coinvolti nel traffico di un chilo di cocaina nel Mendrisiotto (TiPress)

Rissa al Maghetti, ma non solo

Aggressioni e spaccio di droga alcuni dei reati compiuti dai tre albanesi per cui sono chieste pene che vanno dai 4 ai 7 anni e mezzo di carcere

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Pubblica accusa ha chiesto per i tre albanesi coinvolti nella maxi rissa del 2017 all'esterno del quartiere Maghetti e nello spaccio di oltre un chilo di cocaina nel Mendrisiotto pene che vanno dai quattro ai sette anni e mezzo.

La rissa, ricordiamo, si trattava di una resa di conti organizzata da uno svizzero di origine serba insieme a due colleghi cubani e uno boliviano. Ma nel corso delle indagini è emerso che il trio, comparso mercoledì in aula, era anche coinvolto in diversi altri reati.

Il terzetto è originario dello stesso paese dell'Albania, amici d'infanzia, e così l'affronto fatto a uno sempre e comunque andava regolato, tanto che nell'elenco dei reati  tra il 2015 e il 2018 sono diverse risse in cui sono volati pugni e colpi di bottiglia, calci e secondo i filmati delle sorveglianze cittadine anche coltelli.

Gli imputati, due 29enni e un 25enne, giustificano i loro comportamenti dicendo "eravamo sempre ubriachi e fatti di coca, non riuscivamo a controllare noi stessi". Ed è proprio da una di queste risse, che trae origine il regolamento di conti del 21 ottobre fuori dalla discoteca del Blue Martini di Lugano. Quella sera due degli albanesi a processo facevano parte dei feriti d'arma da taglio della rissa.

Sulla base di questi dati uno di loro deve rispondere della più grave delle accuse, quella di tentato omicidio. Per gli altri due i reati contestati sono: aggressione, rissa, rapina e infrazione alla legge federale sugli stupefacenti.

Tutti gli imputati ammettono lo spaccio di droga, ma negano fermamente di esser stati armati al momento della rissa a Lugano, rissa nella quale ammettono solo di "essersi ritrovati, per dividere i contendenti".  La procuratrice pubblica ha chiesto per tutti l'espulsione massima dalla Svizzera, ossia 15 anni.

Torna in aula la rissa al "Blu Martini"

Torna in aula la rissa al "Blu Martini"

Il Quotidiano di mercoledì 23.10.2019

 
CSI/Nad
Condividi