Il 30enne era stato arrestato lo scorso marzo
Il 30enne era stato arrestato lo scorso marzo (keystone)

Spacciatore condannato

Due anni e mezzo di carcere per un dominicano che ha venduto cocaina in Ticino

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È stato condannato a 2 anni e mezzo di carcere (di cui 9 mesi da espiare) un 30enne dominicano, residente in Italia, comparso martedì di fronte alle Assise Criminali di Bellinzona, riunite a Lugano, per rispondere di infrazione aggravata alla legge sugli stupefacenti, riciclaggio di denaro e coazione (subordinatamente minaccia).

L’uomo era accusato di aver smerciato circa 600 grammi di cocaina in Ticino fra il giugno 2014 e il marzo scorso, quando è stato arrestato. Il traffico è stato ricostruito dal procuratore pubblico Arturo Garzoni, che aveva chiesto una pena di 2 anni e 10 mesi integralmente da espiare.

Ridimensionando i quantitativi in gioco a 200 grammi, l’avvocato difensore Stefano Genetelli si era battuto per una pena non superiore ai 18 mesi e integralmente sospesa con la condizionale, così che l’imputato (in carcere ormai da sei mesi) potesse tornare in libertà al termine del processo.

r.l.

Condividi