TiPress_372793.jpg
Ti-Press
Momenti chiave
10.08.2020 ore 18:26
10.08.2020 ore 17:09
10.08.2020 ore 16:15
10.08.2020 ore 12:37
10.08.2020 ore 12:13
10.08.2020 ore 11:36
10.08.2020 ore 11:13
10.08.2020 ore 11:02
10.08.2020 ore 09:59
10.08.2020 ore 09:38
10.08.2020 ore 09:32
10.08.2020 ore 08:14
10.08.2020 ore 07:23
10.08.2020 ore 07:22
10.08.2020 ore 07:16
10.08.2020 ore 07:08

Ticino: la scuola torna in aula

Le lezioni riprenderanno in presenza dal 31 agosto - Allievi già sui banchi in undici cantoni svizzeri - In Ticino 4 nuovi casi dopo il weekend, doppio zero nei Grigioni e 105 contagi a livello nazionale nelle ultime 24 ore
lunedì 10 agosto 2020 07:08

Il 31 agosto le lezioni in Ticino riprenderanno in presenza e la mascherina non sarà obbligatoria in aula. Questa la decisione annunciata dal Consiglio di Stato per l'inizio dell'anno scolastico.

In undici cantoni svizzeri gli allievi sono già tornati sui banchi. Per quanto riguarda la scuola dell’obbligo, è previsto un ritorno in classe nel rispetto delle misure di igiene e nessun obbligo per gli allievi di indossare la mascherina. Discorso diverso per licei e istituti professionali dove le autorità cantonali hanno fatto scelte diverse (qui l’approfondimento).

Sul fronte dei contagi, in Ticino si sono registrati 4 nuovi casi dopo il weekend, mentre nei Grigioni da domenica non vengono segnalati nuovi casi o decessi.

La cronaca di domenica

In Svizzera nelle ultime 24 ore sono state trovate altre 105 persone positive. Due le ospedalizzazioni e zero i decessi. Intanto emerge che il loro tracciamento risulta difficile, in particolare se la malattia viene trasmessa facendo la spesa o sui mezzi pubblici. Per esempio, secondo i domenicali, a Zurigo non è stato possibile risalire all’origine del contatto con una persona infetta nel 65% dei casi.

I dati sempre aggiornati

Alessandra Spataro, Chiara Brugnoli, Enrico Campioni, Stefano Ponganm Fabio Dotti

10.08.2020 ore 23:42
Brasile oltre 22'048 casi e 703 morti

Il Brasile ha registrato altri 703 decessi legati al Covid-19 e 22’048 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Il numero complessivo dei casi confermati di coronavirus nel Paese è dunque salito a 3’057’470, mentre il totale delle vittime dall’inizio della pandemia ha raggiunto quota 101’752. Si tratta del secondo bilancio più grave al mondo, dopo gli Stati Uniti.

10.08.2020 ore 19:24
Francia, nuovi dati: quasi 5'000 casi in più

Da sabato a oggi, in Francia si sono registrati 4’854 contagi in più. Sono i dati completi forniti dal ministero della salute, secondo cui nelle ultrime 24 ore i nuovi casi sono stati 785. “La diffusione del virus si intensifica, soprattutto tra i giovani e in alcune regioni, tra cui Parigi e Marsiglia”, hanno dichiarato le autorità.

10.08.2020 ore 18:26
A Cuba record di contagi

Cuba si trova ad affrontare una nuova ondata di contagi, più forte di quella precedente. Oggi i casi sono stati 93: il numero più alto dall’apparizione del Covid-19 sull’isola cinque mesi fa. Il record precedente era di 74 contagi, registrati a maggio. La maggior parte dei nuovi casi è concentrata all’Avana.

Complessivamente, l’isola (che conta 11,2 milioni di abitanti) ha registrato 3’046 contagi e 88 vittime.

10.08.2020 ore 17:17
Spagna, ricoveri quadruplicati in un mese

I ricoveri per coronavirus in Spagna sono quadruplicati in un mese e i centri sanitari sono di nuovo in affanno con 580 focolai fuori controllo in tutta la Spagna. Lo riferisce El Pais. Che si tratti di una seconda ondata o di una impennata dei contagi, di fatto la penisola iberica è ancora alle prese con una catena infettiva particolarmente aggressiva, in particolare in Aragona. Rispetto alla prima settimana di luglio, il tasso di contagi si è moltiplicato per otto, dai 10 casi per 100’000 abitanti registrati il 7 luglio ai 79,8 che la Sanità ha registrato venerdì scorso. In aumento anche i casi più gravi che hanno richiesto il ricovero in ospedale: all’inizio di luglio i ricoverati da 7 giorni erano 150, mentre ora se ne contano circa 650. Venerdì scorso erano 677, quattro volte tanti. Preoccupa la movida sulle spiagge affollate di giovani senza mascherina e distanziamento, mentre eri sono risultati positivi anche due giocatori dell’Atletico Madrid.

10.08.2020 ore 17:09
Rallentano i contagi in italia

Frenano i contagi per coronavirus in Italia: sono 259 i nuovi casi registrati in un giorno, secondo i dati del ministero della Salute, mentre ieri erano stati 463. Complessivamente sono 250’825 le persone che hanno contratto il virus. Risale invece il numero delle vittime: 4 in più che portano il totale a 35’209, mentre domenica l’incremento era di due. Solo 3 le regioni senza nuovi casi - Friuli Venezia Giulia, Molise e Basilicata - mentre i maggiori incrementi si registrano in Emilia Romagna (+39), Lazio (+38) e Sicilia (+32).

10.08.2020 ore 16:44
Croazia, 45 casi e un morto in 24 ore

La Croazia nelle ultime 24 ore ha registrato 45 nuovi casi di coronavirus e un decesso, che porta il totale delle vittime dall’inizio dell’epidemia a 158. I casi di infezione attiva sono da alcune settimane in costante calo e attualmente ve ne sono 585, contro i quasi 1’500 di un mese fa. Di questi, 124 pazienti sono in cura ospedaliera e otto necessitano di respirazione artificiale. Dal primo caso confermato a fine febbraio, la Croazia ha registrato in totale 5’649 persone positive al Covid-19, delle quali 4’906 sono nel frattempo guarite. Da inizio giugno il Paese ha normalizzato praticamente tutte le attività commerciali e sociali, anche per aiutare il turismo, principale motore dell’economia. È ancora obbligatorio indossare le mascherine nei luoghi chiusi, con eccezione dei ristoranti, mentre gli assembramenti pubblici sono permessi fino a un massimo di 500 persone.

10.08.2020 ore 16:15
"Vaccino a disposizione di tutti"

Il ministro degli esteri tedesco afferma che è fondamentale che qualsiasi vaccino sviluppato per il coronavirus sia messo a disposizione di tutti in tutto il mondo. Heiko Maas ha anche sottolineato il bisogno di un maggiore coordinamento a livello mondiale per affrontare la crisi.

10.08.2020 ore 16:03
Antonio Banderas positivo al Covid-19

Antonio Banderas ha annunciato su Twitter lunedì, giorno del suo 60esimo compleanno, di essere positivo al Covid-19. L’attore dice di sentirsi abbastanza bene e spera di riprendersi il più presto possibile.

10.08.2020 ore 15:48
USA, quasi 100'000 bambini infettati in due settimane

Secondo un rapporto dell’American Academy of Pediatrics, dal 16 al 30 luglio 97’078 bambini sono risultati positivi al Covid-19. .Gli Stati con il maggior numero di casi pediatrici sono California, Florida, Arizona, Tennessee, Illinois, Georgia, North e South Carolina. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), la maggior parte dei minori che si ammala è asintomatica o presenta sintomi lievi, ma quando vengono ricoverati in ospedale circa uno su tre finisce in terapia intensiva.

10.08.2020 ore 15:36
Per i vaccini servono 100 miliardi di dollari

Per i vaccini servirebbero 100 miliardi di dollari, lo ha comunicato il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus durante il briefing di lunedì sul coronavirus.

10.08.2020 ore 14:58
Zugo contro il divieto dei grandi eventi

Il Consiglio di Stato di Zugo è contrario all’estensione del divieto dei grandi eventi. È dell’opinione che essi siano “epidemiologicamente possibili, socialmente corretti ed economicamente importanti”, a condizione che vengano osservate misure di protezione adeguate, soprattutto nel settore sportivo e culturale. Concretamente, il Governo cantonale chiede che i grandi eventi con più di 1’000 visitatori siano di nuovo consentiti in linea di principio, ma solo previa autorizzazione. Inoltre, la Confederazione dovrebbe fissare ulteriori condizioni per i grandi eventi, ad esempio, l’obbligo di indossare le maschere quando la distanza di sicurezza non può essere rispettata o di prevedere solo posti a sedere.

10.08.2020 ore 14:37
I cantoni germanofoni criticano la confusione delle norme scolastiche

Il presidente dell’Associazione svizzera dei direttori delle scuole dei cantoni germanofoni (VSLCH), Thomas Minder, critica la mancanza di coordinazione riguardante le misure di protezione contro il coronavirus: “Ogni cantone ha la sua soluzione, che può anche variare da scuola a scuola (...) Sarebbe auspicabile una maggiore uniformità di fronte alla crisi, perché il coronavirus è lo stesso in tutti i cantoni”.

10.08.2020 ore 14:20
La 24 ore di Le Mans senza pubblico

La 24 ore di Le Mans si correrà senza pubblico. La corsa automobilistica si disputerà il 19 e 20 settembre.

10.08.2020 ore 13:53
Cina continentale, 49 casi annunciati

In Cina continentale ieri sono stati riportati 49 nuovi casi confermati di Covid-19, di cui 35 importati. I 14 casi trasmessi localmente sono stati segnalati nella Regione autonoma dello Xinjiang Uygur. Ieri non è stato riportato alcun decesso correlato alla malattia. La commissione ha inoltre riferito che nelle ultime 24 ore sono stati dimessi 64 pazienti.

10.08.2020 ore 13:43
L'OMS preannuncia l'arrivo a 20 milioni di casi entro fine settimana

“Questa settimana arriveremo a 20 milioni di casi di coronavirus e 750’000 morti. Dietro questi numeri c’è un grandissimo dolore e una grandissima sofferenza. Ma c’è anche la speranza di ribaltare la situazione. Non è mai troppo tardi”. Lo ha detto il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) Tedros Adhanom Ghebreyesus durante la conferenza sul Covid-19 di lunedì. Durante l’incontro è stato anche ammesso che “una seconda ondata in Europa era inevitabile” visto che “il virus non è stagionale ma ha dimostrato che se si allenta la pressione ritorna”. Proprio per questa ragione, il Dottor Mike Ryan, direttore del programma d’emergenza, ricorda la necessità di reagire velocemente di fronte alle nuove “fiammate” del virus.

10.08.2020 ore 12:46
Ancora più di 60'000 nuovi casi in India

L’India ha registrato 62’064 nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. È il quarto giorno consecutivo che i contagi superano la soglia dei 60’000 nel Paese, che conta oltre 2,2 milioni di infezioni dall’inizio della pandemia e che negli ultimi sei giorni ha visto aumentare i casi più di ogni altro Paese al mondo. Le autorità hanno segnalato anche 1’007 altri decessi, con il bilancio che sale a 44’386 morti.

10.08.2020 ore 12:37
Scuola, ritorno in presenza

La conferenza stampa sulla scuola è conclusa poco fa. Il rientro in classe sarà dunque in presenza. Nell’articolo tutto quello che è emerso da Bellinzona.

La scuola riprende in presenza

La mascherina non sarà obbligatoria in aula, neanche negli istituti post-obbligatori: così ha deciso il Consiglio di Stato ticinese

10.08.2020 ore 12:13
Svizzera: 105 nuovi contagiati

In Svizzera nelle ultime 24 ore sono stati registrati 105 casi, due persone in più all’ospedale, e nessun decesso. In totale dall’inizio della pandemia i contagiati sono stati 36’708 e le persone morte 1’712.

10.08.2020 ore 11:58
Scuola a distanza, il progetto si sta delineando nei dettagli

Il progetto della scuola a distanza è in via di perfezionamento, con indicazioni riguardanti l’organizzazione pratica della scuola quali la durata delle lezioni, i contatti tra docenti e allievi, e cosa si può pretendere dagli allievi.

10.08.2020 ore 11:55
Influenza stagionale e coronavirus: "Più test, meno incertezza"

Interrogato sulla questione legata all’influenza stagionale e al coronavirus, Giorgio Merlani ha così risposto: “Siamo in grado di fare migliaia di test al giorno per capire di cosa si tratta. Non saranno tuttavia mesi facili”.

10.08.2020 ore 11:49
Potrebbero essere possibili diversi scenari in Ticino

Il passaggio ai vari scenari dipende dal Governo (scuola in presenza, ibrida o da casa). La decisione verrà presa a dipendenza dell’evoluzione dei casi, potrebbero dunque essere messi in moto diversi scenari per diverse scuole o regioni del Ticino.

10.08.2020 ore 11:43
Giorgio Merlani: "Probabili alcune quarantene"

Il medico cantonale Giorgio Merlani non esclude che ci possano essere delle quarantene nelle classi: “I bambini si infettano raramente e quando accade hanno ricorsi blandi. Non ho garanzie sul fatto che non ci saranno trasmissioni, ma da quello che sappiamo, non saranno queste che faranno scoppiare la pandemia. Sicuramente ci saranno delle classi poste in quarantena da qui a ottobre, ma non possiamo mettere ‘il carro davanti ai buoi’. Il rischio è minimo”.

Una classe in quarantena? Possibile. La risposta di Giorgio Merlani e Manuele Bertoli
10.08.2020 ore 11:38
Mense organizzate in base ai piani di protezione

Anche le mense saranno organizzate in base ai piani di protezione. Per le ricreazioni bisogna evitare gli assembramenti tra i bambini.

10.08.2020 ore 11:36
Manuele Bertoli: "Serve pazienza"

“Speriamo l’anno possa partire bene, dovremo avere pazienza perché le misure potranno cambiare in base alla situazione legata alla pandemia. Speriamo di avere un anno intero in piena presenza. Bisogna remare nella stessa direzione. Gli scenari due e tre sarebbero problematici, dobbiamo evitarli in ogni modo”. Queste le parole di Manuele Bertoli.

10.08.2020 ore 11:32
Nessun obbligo sulla mascherina per gli allievi

Sulla questione mascherina, il Direttore del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport, ha fatto sapere che per gli allievi delle scuole comunali è sconsigliata. Nelle scuole medie è facoltativa, così come nel postobbligo. I docenti sono invece tenuti a indossarla negli spazi comuni, mentre non è obbligatoria nelle aule.

10.08.2020 ore 11:28
Distanze di sicurezza da rispettare

Manuele Bertoli sottolinea che nella scuola dell’obbligo la distanza è da rispettare fra docenti e allievi e fra adulti, non è necessaria per i bambini. Mentre per il postobbligatorio è in corso una verifica istituto per istituto per vedere dove è possibile mantenere le distanze e dove no.

10.08.2020 ore 11:20
La scuola dal 31 agosto sarà in presenza

Manuele Bertoli ha preso la parola per parlare del rientro in classe: “Ci sono tre scenari previsti. Il primo in presenza, il secondo ibrido e il terzo a distanza. Il Governo ha deciso di aprire le scuole seguendo il primo, ovvero in presenza e in maniera ordinaria. Ci saranno alcuni accorgimenti per l’educazione fisica e altre materie speciali”.

Bertoli: "C'erano tre scenari. Il Governo ha scelto la scuola in presenza"
10.08.2020 ore 11:13
Ticino, 13 persone in isolamento

Stando al Medico cantonale Giorgio Merlani, “ci sono dei numeri al momento gestibili” che permettono il contact tracing: 13 persone in isolamento, 40 in quarantena per un totale di 1’026 dall’inizio della pandemia.

10.08.2020 ore 11:12
Ticino, 271 persone in quarantena dopo il rientro

Il medico cantonale ha poi dato alcuni dati sulle persone rientrate dalle zone a rischio: 769 si sono annunciate e 271 si trovano in quarantena. Quasi la metà dei nuovi contagi proviene dall’estero (non solo dai paesi ritenuti a rischio). Nel 20% dei casi la causa non è chiara, una decina invece le infezioni sul posto di lavoro.

10.08.2020 ore 11:10
Giorgio Merlani: "Luglio mese altalenante"

Giorgio Merlani dalla conferenza stampa di Bellinzona ha iniziato il suo intervento facendo un bilancio della situazione attuale: “Dopo un giugno con dati bassi, luglio è stato più altalenante, c’è stata una relativa stabilità. Negli ultimi giorni non ci sono stati ricoveri e abbiamo due casi da venerdì a sabato e due da sabato a domenica. Zero nelle ultime 24 ore”.

La situazione epidemiologica in Ticino riassunta dal medico cantonale Giorgio Merlani
10.08.2020 ore 11:04
I docenti svizzeri chiedono ulteriori misure per la scuola

L’Associazione delle insegnanti e degli insegnanti della Svizzera (LCH) sostiene che è necessario trarre insegnamenti dalla crisi del coronavirus: chiedono alcune misure per il rientro a scuola, tra cui l’istituzione di un responsabile della protezione della salute negli istituti.

Scuola, i docenti chiedono misure

È necessario, dicono, un responsabile della protezione della salute negli istituti

10.08.2020 ore 11:02
Ripresa della scuola in Ticino

Le autorità ticinesi presentano le modalità previste per l’inizio della scuola: segui la conferenza stampa in streaming.

10.08.2020 ore 10:41
Svizzera, SECO non prevede "ondate" di licenziamenti

Pur prevedendo un aumento della disoccupazione in Svizzera in autunno, Boris Zürcher, direttore della divisione lavoro presso la Segreteria di Stato dell’economia (SECO), afferma che “non ci sono indicazioni che ci sarà un’ondata di licenziamenti”. La convinzione parte dal presupposto che il tasso delle persone senza lavoro nell’edilizia, nel turismo o nel settore alberghiero e della ristorazione aumenterà solo leggermente e a causa di fattori stagionali. Non è però ancora chiaro quanti dipendenti toccati dal lavoro ridotto perderanno comunque il loro posto di lavoro. Zürcher si dice però ottimista e crede che molte aziende abbiano superato bene la crisi dovuta al coronavirus.

10.08.2020 ore 10:20
Fallimenti, efficaci le misure della Confederazione

Le misure adottate dalla Confederazione per evitare un’ondata di fallimenti aziendali sembrano aver dato i loro frutti: infatti, secondo i dati forniti dal Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) e dall’Ufficio di consulenza Bisnode B&D, il numero di aziende che hanno cessato l’attività è diminuito del 21% tra marzo e luglio rispetto allo stesso periodo del 2019. In Ticino il numero di fallimenti è però dimezzato, mentre è sceso del 10% nella Svizzera centrale. Ad ogni modo la situazione non può definirsi rosea; la recessione è evidente in tutte le regioni.

10.08.2020 ore 09:59
Ticino, 4 nuovi casi nel weekend

Durante il weekend in Ticino si sono registrati 4 nuovi casi di coronavirus, zero decessi e una persona è stata dimessa dall’ospedale. I nuovi dati portano il totale dei contagi a 3’453, mentre i decessi rimangono 350 e le persone dimesse dall’ospedale sono ad oggi 924 (al momento un solo paziente è ricoverato).

10.08.2020 ore 09:38
Russia, 70 morti e 5’118 casi

La Russia ha registrato 5’118 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Il totale sale così a 892’654. I decessi sono invece stati 70 (il bilancio è ora di 15,001 morti).

10.08.2020 ore 09:32
Oltre 4'300 contagi in Messico

Il Messico ha registrato ieri 4’376 nuovi casi di coronavirus, un dato che porta il totale dei contagi dall’inizio della pandemia a quota 480’278: lo ha reso noto il ministero della Sanità, secondo quanto riporta la CNN. Allo stesso tempo, i nuovi decessi sono stati 292, che hanno portato il bilancio delle vittime a 52’298.

10.08.2020 ore 08:19
Case anziani, Stuck chiede linee guida chiare

Le visite nelle case per anziani vanno favorite, non proibite: lo sostiene il presidente della Società professionale svizzera di geriatria (SPSG) Andreas Stuck, che preme con forza affinché le persone in là con gli anni non siano isolate dalla società a causa del coronavirus. “Il modo in cui devono essere affrontate le visite deve essere regolamentato a livello nazionale”, afferma il dottore in un’intervista pubblicata oggi dalle testate di Tamedia. “Non è accettabile che in un cantone o addirittura in alcuni comuni viga un divieto assoluto, mentre in altri la questione sia gestita in modo diverso. È ancora meno accettabile che gli istituti vengano lasciati a se stessi e che ciascuno stabilisca le proprie regole. Questo non lo capisce nessuno. Abbiamo bisogno di linee guida chiare e nazionali”.

10.08.2020 ore 08:14
Nessun nuovo caso nei Grigioni

Nei Grigioni nella giornata di domenica non sono stati registrati né nuovi casi (che restano dunque a 940) né nuovi decessi (50 dall’8 giugno). I casi attivi sono scesi a 19, mentre in quarantena ci sono al momento 51 persone, delle quali 19 in isolamento.

10.08.2020 ore 07:57
Disoccupazione svizzera stabile in luglio

Il tasso di disoccupazione in Svizzera è rimasto stabile nel mese di luglio, fermandosi al 3,2%, come in giugno, un livello più basso quindi del 3,4% di maggio e del 3,3% di aprile. In febbraio, prima dell’arrivo del coronavirus, era al 2,5%. Alla fine del settimo mese dell’anno erano 148’870 le persone iscritte presso gli uffici regionali di collocamento (URC), 1’419 in meno in confronto a giugno, ha indicato stamane la Segreteria di Stato dell’economia (Seco). Su base annua il numero dei senza lavoro è però cresciuto di 51’292 unità (+53%): nello stesso mese del 2019 i disoccupati erano il 2,1%. In Ticino il tasso si è attestato al 3,4% (-0,2 punti percentuali rispetto a giugno e +1,0 in confronto a luglio 2019), nei Grigioni all’1,5% (-0,7 e +0,8%).

Disoccupazione stabile in luglio

Il tasso dei senza lavoro rimane invariato rispetto a giugno, attestandosi al 3,2%. Diminuisce in Ticino (3,4%)

10.08.2020 ore 07:28
Stati Uniti ancora nella morsa del virus

Nella giornata di domenica, gli Stati Uniti hanno registrato 46’935 nuovi casi di coronavirus, portando così il totale delle persone infette a 5’044’864. I decessi legati al virus sono stati invece 515, per un totale di 162’938.

10.08.2020 ore 07:23
Record di decessi in Perù

Il Perù ha registrato domenica un record giornaliero di 228 morti a causa del coronavirus, per un totale di 21’072. Lo hanno annunciato le autorità nazionali. Il paese, con una popolazione di 33 milioni di abitanti, è il terzo dell’America Latina per numero di decessi e infezioni, dopo il Brasile e il Messico.

10.08.2020 ore 07:22
Nonostante il virus, crescono

Nestlé resta la più forte

A causa della pandemia di Covid-19, le 50 migliori imprese svizzere hanno perso 15 miliardi di franchi in valore, ma Nestlé cresce comunque

10.08.2020 ore 07:16
Parigi con la mascherina

A partire da oggi in diverse zone di Parigi, quelle più frequentate e quelle più turistiche, è obbligatorio indossare la mascherina. La misura è valida per un mese e potrà essere estesa per i prossimi. Le autorità temono che non sarà facile far rispettare questa regola, a causa soprattutto delle alte temperature registrate negli ultimi giorni che scoraggiano le persone nell’usare questa protezione che deve coprire naso e bocca.

10.08.2020 ore 07:08
A scuola in undici cantoni

Riprendono oggi le lezioni in classe in undici cantoni, senza l’obbligo di portare la mascherina per gli allievi. Accanto ai timori legati al coronavirus, si temono però anche carenze formative causate dal lungo periodo passato dagli allievi a casa durante il lockdown. Un divario di apprendimento che preoccupa il sindacato dei docenti.

RG 07.00 del 10.08.2020 - Il servizio di Mirko Priuli