I conti fatti dal DFE di Vitta mostrano un passivo cantonale in calo
I conti fatti dal DFE di Vitta mostrano un passivo cantonale in calo (Ti-Press)

Ticino, scende il disavanzo

Aggiornate le voci di spesa del preconsuntivo, si sfiorano gli 80 milioni di franchi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Consiglio di Stato ticinese ha provveduto ad aggiornare le principali voci di spesa dei conti cantonali, sulla base del rendiconto intermedio al termine del terzo trimestre. Lo ha reso noto lo stesso Governo venerdì con un comunicato nel quale si sottolinea come il disavanzo sia sceso ora a 79,8 milioni di franchi, 8,1 milioni in meno rispetto al Preventivo 2016 approvato dal Parlamento. Da rilevare i maggiori ricavi da sanzioni a chi guida (10,5 milioni in più) e i maggiori costi per il personale (+5,8 milioni).

Tale miglioria è da porre in relazione al calo di 3,6 milioni delle maggiori spese (stimate a 5,4 milioni ora), più che compensate da ricavi ulteriori valutati in 13,5 milioni, ossia +7,8 milioni rispetto all’ultimo preconsuntivo. Il gettito d’imposta dovrebbe inoltre garantire un aumento di 8 milioni sulle persone fisiche, a cui fa da contraltare il calo per 15,5 milioni di franchi sulle persone giuridiche rispetto al preventivo. Non si sono considerate le entrate derivanti dalla tassa di collegamento (-18 milioni) visti i ricorsi che l'hanno posta in stand-by.

EnCa

Condividi