Roberto Bonfanti dell'UPSA spiega che c'è modo di tutelarsi da possibili raggiri (www.gruppocadei.ch)

"Un veicolo non in regola vale meno"

Il presidente dell'UPSA ticinese Roberto Bonfanti chiarisce le modalità per verificare i dati del mezzo e le conseguenze per i veicoli "a rischio"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La vicenda che vede coinvolti i concessionari multimarca del Gruppo Cadei rischia di allargarsi e di coinvolgere pure molti clienti. Roberto Bonfanti, presidente dell'UPSA (l’Unione professionale svizzera dell’auto sezione Ticino), ai microfoni della RSI si è espresso sui dubbi che un cliente può avere in merito all'eventualità che i dati effettivi di una vettura possano differire da quelli forniti dal rivenditore.

Spiega infatti che se da un lato è vero che “sulla carta grigia è indicata la prima messa in circolazione del veicolo in Svizzera”, il cliente “può chiedere al garage che gli vende l’auto di farsi confermare per iscritto che la prima immatricolazione segnalata sulla licenza di circolazione corrisponda anche alla prima messa in circolazione per quel che concerne il costruttore” e quindi all’inizio della garanzia di fabbrica.

Bonfanti precisa inoltre che i mezzi di ricerca a disposizione per verificare la correttezza dei dati sulla vettura che si vorrebbe acquistare, o si è già acquistata, “ci sono presso tutti i concessionari di marca, che possono controllare, avendo accesso a tutti i dati”, la situazione del veicolo, anche se questo non proviene dalla rete ufficiale svizzera. Si può così capire quando “è stata segnalata la garanzia”, anche se è iniziata all’estero.

Il presidente sezionale dell’UPSA chiarisce infine che chi dovesse avere subito un raggiro di questo tipo si ritroverebbe con una vettura che non può vantare “tutta una serie di prestazioni, potrebbe aver perso la garanzia o non avere determinati “pacchetti” inclusi”. Perciò sarebbe in sostanza “un veicolo che vale meno” anche in un secondo tempo, sul mercato dell’usato.

Aute vecchie spacciate per nuove?

Aute vecchie spacciate per nuove?

Il Quotidiano di mercoledì 29.01.2020

 
EnCa/CSI/DDG
Condividi