In attesa della 71a edizione

In attesa della 71a edizione

In attesa della 71a edizione

Un'edizione umanista

Presentato il Locarno Festival 2018, che commemorerà anche i 70 anni della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo

Sarà l’essere umano al centro della 71esima edizione del Locarno Festival, in programma dal primo all'11 agosto e che sarà inaugurata da “Liberty”, del regista americano Leo Mc Carey. Si tratta, hanno precisato gli organizzatori presentando la manifestazione a Berna, di una delle più belle e irriverenti commedie interpretate dalla coppia Stan Laurel e Oliver Hardy.

 

Il Festival, in collaborazione con le Nazioni Unite, commemorerà anche i 70 anni della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.

 

Ci si soffermerà quindi meno sui conflitti che agitano il pianeta e più sui percorsi umani, anche se il presente emergerà comunque come per esempio per “Yara”, del libanese Abbas Fahed. Ethan Hawke, che riceverà l’Excellence Award, presenterà invece un ritratto del musicista e compositore Blaze, una delle icone della house music

Infine il regista francese Bruno Dumont, che riceverà un Pardo d’onore, presenterà in prima mondiale il 4 agosto la mini-serie "Coin-Coin et les z'inhumains". 

ATS/SP

Condividi