Da qualche giorno il tutor sulla Lomazzo-Bizzarrone non funziona più
Da qualche giorno il tutor sulla Lomazzo-Bizzarrone non funziona più (tipress)

Tutor a Lomazzo, multa annullata

Il sistema di rilevamento della velocità non è segnalato correttamente. L'Amministrazione provinciale di Como condannata a pagare 150 euro per spese legali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E' una sentenza, quella pronunciata nei giorni scorsi dal giudice di pace di Como, che potrebbe tornare utile anche ai 3'000 proprietari di autovetture con targhe ticinesi che dal 20 marzo scorso, giorno in cui è entrato in funzione, sono stati multati per un superamento dei limiti di velocità rilevato dal tutor piazzato sulla Lomazzo-Bizzarone.

Il giudice di pace, per la prima volta chiamato in causa, ha annullato una multa di 61 euro ed ha condannato l'Amministrazione provinciale di Como che ha installato il tutor a pagare 150 euro per spese legali.

Nelle motivazioni della sentenza il giudice di pace sostiene che il tutor ''è un sistema per far cassa e si risolve in una tassazione occulta'', anche perchè ''ciascuna postazione è segnalata solo da un cartello con la scritta generica ''Controllo elettronico della velocità'' senza alcuna specificazione che si tratta un sistema per la rilevazione della velocità media tra due portali e non di un semplice autovelox''.

Le associazioni dei consumatori pensano ad una class action, per i quasi 15 '000 multati, fra cui appunti i 3'000 ticinesi. E forse non è una coincidenza il fatto che da qualche giorno il tutor non funziona più.

Marco Marelli


Condividi