L'obiettivo è sostituire il 75% della plastica tradizionale entro il 2020
L'obiettivo è sostituire il 75% della plastica tradizionale entro il 2020 (pixabay)

Arrivano le bottiglie bio

Pepsico, Nestlé Waters e Danone si alleano per sostituire la plastica classica con un nuovo materiale di origine vegetale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La compagnia statunitense Pepsico, che oltre al marchio Pepsi-Cola possiede Gatorade, 7UP, Tropicana e altri, si è unita lunedì all'alleanza di Nestlé Waters e Danone per produrre bottiglie di plastica realizzate al 100% con materiale d'origine vegetale riciclabile.

L'iniziativa è stata lanciata originariamente dalle due aziende europee, che l'anno scorso hanno dato vita ad una collaborazione con la startup californiana Origin Materials per produrre bottiglie in PET realizzate con fibre di cellulosa (cartone usato, trucioli di legno, ecc.).

La partnership prende il nome di "NaturALL bottle alliance", e il suo obiettivo è sostituire almeno il 75% dei contenitori tradizionali con quelli in materiale rinnovabile entro il 2020, per poi innalzare ulteriormente la percentuale al 95 entro il 2022. Oggi soltanto una piccola percentuale delle bottiglie presenti sul mercato ha origini biologiche.

AFP/eb
Condividi