21:00
Oggi
  • sabato 28 sab 28
  • domenica 29 dom 29
  • lunedì 30 lun 30
  • martedì 31 mar 31
  • mercoledì 1 mer 1
  • ieri ieri
  • oggi oggi
  • domani domani
  • domenica 5 dom 5
  • lunedì 6 lun 6
  • martedì 7 mar 7
  • mercoledì 8 mer 8
  • giovedì 9 gio 9
  • venerdì 10 ven 10
LA 1
LA 2
Rete Uno
Rete Due
Rete Tre
5:00  • 
Notiziario
5:30  • 
Albachiara - Il Risveglio con Rete Uno

Per cominciare la giornata con il perfetto dosaggio di informazione, intrattenimento e musica. Le notizie della notte, le ricorrenze, i compleanni, notizie dai giornali e dal web, messaggi e telefonate in diretta.

6:00  • 
Notiziario
6:30  • 
Titoli RG
6:31  • 
Viasuisse - La centrale svizzera d'informazione sul traffico
6:50  • 
Meteo - previsioni di MeteoSvizzera Locarno Monti
7:00  • 

I fatti del giorno, dalla Svizzera e del mondo. Il Radiogiornale punteggia le 24 ore dell'offerta radiofonica della RSI. Quattro le edizioni, dal lunedì al venerdì. Il sabato e la domenica gli RG del mattino (quello delle 7 e quello delle 9) sono sostituiti da due notiziari lunghi.

7:15  • 

Informazione sportiva con servizi, interviste e commenti sugli eventi sportivi del giorno

7:20  • 

Un programma vivace, imprevedibile, sorprendente e in movimento per chi sta andando al lavoro: con informazioni a getto continuo, traffico e meteo che si alternano a momenti brillanti di intrattenimento puro.

7:22  • 
Viasuisse - La centrale svizzera d'informazione sul traffico
7:23  • 
Meteo - previsioni di MeteoSvizzera Locarno Monti
7:30  • 
Titoli RG
7:35  • 
Rassegna stampa nazionale
7:58  • 
Meteo
8:00  • 
Notiziario
8:07  • 
Viasuisse - La centrale svizzera d'informazione sul traffico
8:07  • 
Setteventi

Un programma vivace, imprevedibile, sorprendente e in movimento per chi sta andando al lavoro: con informazioni a getto continuo, traffico e meteo che si alternano a momenti brillanti di intrattenimento puro.
Con Sergio Savoia e Marcello Fusetti

8:30  • 

Sono ormai un migliaio i medicinali mancanti in Svizzera

Ce ne accorgiamo solo quando ne abbiamo bisogno: in Svizzera mancano in questi giorni circa mille farmaci. Una penuria sempre più preoccupante che riguarda in particolare i medicamenti per la cura di influenze e altri malanni di stagione: colpite più di altre le cure pediatriche. Lacune note da tempo, che il Consiglio federale ha per la prima volta deciso di definire “problematiche”, alzando il livello di allarme e istituendo una speciale Task Force per tentare di contrastare questa tendenza.

Compito decisamente arduo, visto che le ragioni di quanto sta capitando sono di diverse natura e non dipendono soltanto da quanto accade nel nostro Paese. Basti pensare che la gran parte dei principi attivi necessari per i farmaci contro l’influenza è prodotta in Cina o in India, Paesi in cui al momento diverse catene di produzione sono rallentate o bloccate. Mancano inoltre anche le materie prime – cartone, vetro, plastica - per la produzione delle confezioni.

A livello svizzero il dibattito ruota in particolare attorno ai prezzi dei medicamenti. Quelli di uso comune, e non più protetti da un brevetto, costano sempre di meno e spesso le aziende farmaceutiche non sono più interessate a produrli. Anche da qui la carenza “problematica” di questo inizio 2023.

Un tema che affronteremo con:

Marina Carobbio, Consigliera agli Stati TI;

Raffaele De Rosa, Consigliere di Stato TI;

Federico Tamò, portavoce dell'Ordine dei farmacisti TI;

Giovan Maria Zanini, farmacista cantonale TI.

 

Modem su Rete Uno alle 8.30, in replica su Rete Due alle 18.30. Ci trovate anche sul Podcast e sulle app: RSINews e RSIPlay

9:00  • 

I fatti del giorno, dalla Svizzera e del mondo. Il Radiogiornale punteggia le 24 ore dell'offerta radiofonica della RSI. Quattro le edizioni, dal lunedì al venerdì. Il sabato e la domenica gli RG del mattino (quello delle 7 e quello delle 9) sono sostituiti da due notiziari lunghi.

9:10  • 

Informazione sportiva con servizi, interviste e commenti sugli eventi sportivi del giorno

9:15  • 

In conduzione Elisa Manca e Paolo Riva

È uno svizzero ad aver lanciato un business che permette, pagando centinaia di migliaia di franchi, di possedere un passaporto maltese o austriaco.
 

La prossima generazione di professionisti medici in Svizzera si è formata per lo più all'estero.
 

10:00  • 
Notiziario
10:05  • 

In conduzione Elisa Manca e Paolo Riva

Sempre più giovani, anche in Svizzera, vanno pazzi per i beni di lusso.

In molti locali pubblici, una birra o un drink possono essere pagati con Twint. Un sistema digitale comodo, facile e veloce: tuttavia, soggetto anche a truffe.

11:00  • 
Notiziario
11:05  • 

A cura di Michela Daghini

Figura monumentale del teatro di narrazione fin dagli anni Settanta, è autore e interprete di storie di forte impatto civile. Ha scritto pagine importanti della Storia del teatro, facendosi testimone e portavoce della memoria collettiva e raccontando il cambiamento della società. Ha rielaborato e attualizzato una forma di comunicazione antica come quella del racconto orale per portarla al grande pubblico, sul palcoscenico e con memorabili dirette televisive - una per tutte il Vajont, con oltre 3 milioni di spettatori inchiodati allo schermo - costruendo monologhi basati sul grande giornalismo d’inchiesta, dal Racconto per Ustica, a Bhopal, a Parlamento chimico, sui disastri ambientali in India e quelli degli impianti petrolchimici di Marghera, accostandosi anche alle più rinomate testate come Report su Rai Tre.

In tour con lo spettacolo Sani! Marco Paolini arriva al Teatro Sociale di Bellinzona il 2 e il 3 febbraio, e il 4 al Palacreberg di Bergamo per poi spostarsi in Sud Italia. Sani è un’espressione usata per dare il saluto ai piedi delle Alpi, nella valle del Piave. Viene da Salus, riassume il senso del teatro per questo tempo. Un teatro che mette insieme creando ponti. “È un abbraccio, un augurio, un invito a provarci, un tonico contro la solitudine”.

Sul palco, storie e canzoni seguono un filo autobiografico. Una ricca ballata popolare che ripercorre momenti di crisi piccoli e grandi, personali e collettivi che hanno cambiato il corso delle cose. Si parte dai temi della crisi climatica e della transizione ecologica, questioni sempre più centrali nell’opera di Paolini, che hanno ispirato anche il successo televisivo La Fabbrica del mondo assieme filosofo ed evoluzionista Telmo Pievani.

12:00  • 
Notiziario
12:05  • 
Viasuisse - La centrale svizzera d'informazione sul traffico
12:05  • 

Con Antonio Bolzani

Il Consiglio di Stato ha approvato ieri l’avvio della procedura di consultazione in merito alla revisione totale riguardante la Legge sugli esercizi alberghieri e sulla ristorazione (Lear) e il relativo regolamento. La consultazione durerà sino al 17 febbraio 2023. Fra le proposte c’è anche l’abbassamento dell’età, da 18 a 16 anni, per l’accesso in discoteca. Nel comunicato stampa si legge: “I locali notturni quali le discoteche potranno d’ora in avanti, a propria discrezione, consentire l’accesso già a partire dai 16 anni. La misura, già in vigore in diversi Cantoni, si pone quale obiettivo di offrire ai giovani di una determinata fascia di età un ambiente e degli spazi controllati e con regole ben precise. I mutamenti sociali hanno infatti trasformato il concetto di discoteca, che negli anni l’hanno resa un locale dove proporre anche concerti o far esibire dei professionisti dello spettacolo. L’accesso ai locali notturni a giovani maggiori di 16 anni è limitato alle discoteche: nei locali che offrono intrattenimento erotico (night club e locali erotici) vige il divieto d’accesso ai minorenni. Si precisa inoltre che permane il divieto di vendita di bevande alcoliche (distillate e fermentate) per i minori di 18 anni. L’abbassamento dell’età per l’accesso ai locali notturni rappresenta un fattore critico e con la consultazione si vogliono chiarire le posizioni dei vari portatori di interesse”. Come fa notare lo stessa governo ticinese, l’abbassamento dell’età rappresenta un “fattore critico” che -aggiungiamo noi- sta facendo riflettere e discutere l’opinione pubblica: voi siete favorevoli o contrari a permettere ai e alle sedicenni di entrare in discoteca?
Dite la vostra, telefonandoci allo 0848 03 08 08

12:28  • 
Meteo - previsioni di MeteoSvizzera Locarno Monti
12:30  • 

I fatti del giorno, dalla Svizzera e del mondo. Il Radiogiornale punteggia le 24 ore dell'offerta radiofonica della RSI. Quattro le edizioni, dal lunedì al venerdì. Il sabato e la domenica gli RG del mattino (quello delle 7 e quello delle 9) sono sostituiti da due notiziari lunghi.

12:50  • 

Informazione sportiva con servizi, interviste e commenti sugli eventi sportivi del giorno

13:00  • 

Perché vi raccontiamo tutto

Ornella Vanoni concerto a Lugano annullato
Netflix e la condivisione delle password sì, o no?
Vita spericolata da 40 anni
Iris Moné On&On, nuovo singolo
Giovanni di Aldo Giovanni e Giacomo su Instagram

14:00  • 
Notiziario
14:05  • 
Entrata libera

Aperti a tutti: tutte le persone, tutti i temi, tutti i sorrisi per un accompagnamento "digestivo" leggero, intelligente, ironico, ricco. Tutti sono i benvenuti.

14:10  • 
Il Rumore Misterioso - Gioca con noi! Chiama lo 0848030808

Telefona allo 0848 03 08 08 (numero a tariffa normale) ogni giorno da lunedì a venerdì.
Il montepremi sale di 100 CHF al giorno fino ad un massimo di 10'000 CHF !!!

La vera difficoltà consiste nel riuscire a prendere la linea: si può telefonare solo in un preciso momento della giornata, ogni edizione ha un tempo limite e gli aspiranti solutori sono numerosissimi.
Nelle precedenti annate di programmazione si erano addirittura costituiti dei “gruppi di ascolto” spontanei che tenevano aggiornata la lista delle risposte sbagliate, nella speranza di poterne trarre qualche indizio utile alla soluzione. Oggi, nell’era di Internet, RSI ha creato la pagina speciale www.rsi.ch/rumore, dove gli ascoltatori potranno recuperare online l’ultima puntata del gioco. La pagina speciale è attiva e consultabile da chi volesse prendere visione del regolamento e della spiegazione dettagliata del gioco.

15:00  • 
Notiziario
15:05  • 
Entrata libera

Aperti a tutti: tutte le persone, tutti i temi, tutti i sorrisi per un accompagnamento "digestivo" leggero, intelligente, ironico, ricco. Tutti sono i benvenuti.

16:00  • 
Notiziario
16:05  • 
Senza fretta

È il "Drive Time" di Rete Uno, per chi si sposta a fine giornata. Il programma informa, accompagna e viaggia con chi rientra a casa anche grazie alle incursioni dei conduttori, chi in bicicletta, chi in scooter e chi in auto. E ovviamente la musica, con una colonna sonora da cantare in viaggio. Tutto questo...senza fretta!

17:00  • 
Notiziario
17:10  • 
Meteo per il weekend - previsioni di MeteoSvizzera Locarno Monti
17:30  • 
Viasuisse - La centrale svizzera d'informazione sul traffico
17:58  • 
Meteo
18:00  • 

l'Informazione della sera

 

18:40  • 

Informazione sportiva con servizi, interviste e commenti sugli eventi sportivi del giorno

18:55  • 
Viasuisse - La centrale svizzera d'informazione sul traffico
19:00  • 

Un radiogiornale quotidiano, da lunedì a venerdì, sull'attualità grigionese. Un compendio degli spunti più significativi dell’attualità retica destinato agli italofoni residenti in tutto il paese. In redazione a Coira: Roberto Scolla, Manuele Ferrari e Patrick Colombo.

19:05  • 

È allarme in Valposchiavo

In questa edizione ci occupiamo della lingua italiana nel Canton Grigioni e di difesa della lingua italiana, sulla scorta di uno studio realizzato dall'Alta scuola pedagogica dei Grigioni. Lo studio in sintesi conclude che gli apprendisti provenienti dalle regioni italofone dei Grigioni che svolgono la loro formazione professionale nella parte di lingua tedesca ritengono le proprie conoscenze di tedesco come sufficienti per avere successo a scuola e sul lavoro. Essi considerano una formazione nell'area di lingua tedesca un'opportunità di sviluppo professionale e sono disposti a sostenere un corrispondente onere supplementare. Raramente le conoscenze insufficienti del tedesco sono la causa di un'interruzione del tirocinio. Uno studio che viene pubblicato a poca distanza temporale dalla notizia che la Scuola professionale di Poschiavo rischia grosso per carenza di allievi.

 

Lo studio sembra dunque minimizzare i problemi per gli italofoni, ma le ripercussioni di una chiusura della scuola accentueranno con ogni probabilità la carenza di manodopera specializzata in valle, ma anche e soprattutto in Engadina.

Ne parliamo con l’ex podestà di Poschiavo ed ex granconsigliere Della Vedova, che afferma: "La logica dei numeri non si può applicare alla formazione".

 

 

 

19:30  • 
Sport e musica - Fino alle 22.00

Hockey, National League
Zugo – Lugano
Ambri Piotta - Ajoie

20:00  • 
Notiziario
21:00  • 
Notiziario
22:00  • 
Notiziario
22:05  • 

L'analisi del turno di NL A: giornalisti e tifosi si esprimono sulle partite di Lugano e Ambrì della serata

22:30  • 
Fino a tardi

Fino a oltre le mezzanotte l'atmosfera si fa particolarmente intima e amica. La musica giusta, le vostre confidenze e passioni da condividere prima di addormentarsi.
Con Roberto Rizzato

23:00  • 
Notiziario
23:05  • 
Fino a tardi

Fino a oltre le mezzanotte l'atmosfera si fa particolarmente intima e amica. La musica giusta, le vostre confidenze e passioni da condividere prima di addormentarsi.
Con Roberto Rizzato

0:00  • 

I fatti del giorno, dalla Svizzera e del mondo. Il Radiogiornale punteggia le 24 ore dell'offerta radiofonica della RSI. Quattro le edizioni, dal lunedì al venerdì. Il sabato e la domenica gli RG del mattino (quello delle 7 e quello delle 9) sono sostituiti da due notiziari lunghi.

0:10  • 
Fino a tardi...
1:00  • 
Notiziario
1:02  • 
La notte di Rete Uno in musica
2:00  • 
Notiziario
3:00  • 
Notiziario
4:00  • 
Notiziario
5:00  • 
Notiziario

Nessun risultato

Non abbiamo trovato alcun risultato che corrisponda ai criteri di ricerca