Mondo

Il cerchio si stringe

I presunti autori della strage al Charlie Hebdo riconosciuti nel nord; polizia in forze nella zona; posti di blocco attorno a Parigi

  • 8 gennaio 2015, 12:53
  • 7 giugno 2023, 03:14
Le forze di polizia stanno attivamente ricercando i due fratelli

Le forze di polizia stanno attivamente ricercando i due fratelli

  • ©Reuters

Secondo fonti di polizia, i due fratelli Kouachi, sospettati di essere gli autori della strage al settimanale satirico Charlie Hebdo di mercoledì che ha causato la morte di 12 persone e il ferimento di altre 11, sono stati individuati nel nord della Francia nel dipartimento dell’Aisne. Il gerente di una stazione di servizio nei pressi di Villers-Cotterêt li ha formalmente riconosciuti. I due uomini, che secondo i media transalpini avrebbero pure rapinato il benzinaio, erano a bordo di una vettura di piccola cilindrata di colore grigio, ancora con il volto coperto e le armi, anche pesanti, bene in vista. Sarebbero diretti verso Parigi. Lungo le strade che conducono in città, la polizia ha istituito decine di posti di blocco. Nella vettura che il commando ha utilizzato mercoledì, fonti di polizia riferiscono del ritrovamento di bandiere jihadiste e di ordigni molotov.

Nel primo pomeriggio i media transalpini riferivano, oltre che di numerosi posti di blocco a nord della capitale, della presenza di svariate unità di polizia concentrate nella zona del comune di Crépy-en-Valois, in Piccardia, a circa 70 km dalla Ville lumière. Sulla zona si sono alzati in volo anche due elicotteri. Secondo il sito del canale televisivo France 3 i due malviventi si sarebbero barricati all'interno di un'abitazione del piccolo comune ma non sono ancora arrivate conferme ufficiali.

Il terzo presunto componente del commando, il 18enne Hamid Mourad che sarebbe il cognato dei due, si era consegnato durante la notte su giovedì alle forze dell’ordine al commissariato di Charleville-Mézières (nelle Ardenne). Avrebbe ricoperto il ruolo di "spallone" e autista dell'atto terroristico al Charlie Hebdo.

Tuttavia la polizia non ha potuto concretizzare le accuse nei suoi confronti in quanto i compagni del ragazzo affermano che Hamid, mercoledì mattina, era regolarmente presente alle lezioni della scuola che frequenta. Tra le sette persone fermate durante la notte ci sarebbero anche la moglie di uno dei due attentatori e la sorella dei due uomini franco-algerini.

Red.MM/ATS/AFP/ANSA/Swing/SP

La zona dove sono stati individuati i due fratelli

Le ricerche si stanno concentrando in Picardia

null

Ti potrebbe interessare