Mondo

Parigi sotto attacco

Sparatorie in centro, presa di ostaggi ed esplosioni allo Stade de France: i morti sono almeno 127

  • 13 November 2015, 22:39
  • 15 September 2023, 22:15
Teste di cuoio in azione

Teste di cuoio in azione

  • keystone

Una serie di sparatorie, la prima in un ristorante del decimo arrondissement, si è verificata venerdì sera a Parigi quasi in contemporanea ad almeno due esplosioni nei pressi dello Stade de France (una delle quali sarebbe stata provocata da un kamikaze). Al Bataclan, una sala per spettacoli, la polizia è intervenuta con un blitz per mettere fine a una presa di ostaggi. All'interno, secondo testimoni, in precedenza è stato compiuto un bagno di sangue al grido di "Allah Akbar" ("Allah è grande").

La polizia al teatro Bataclan, luogo di uno degli attacchi

La polizia al teatro Bataclan, luogo di uno degli attacchi

  • keystone


Le aree colpite sono sei in tutto, per la procura. I
terroristi, almeno sette dei quali morti (8 secondo altre fonti), avrebbero agito in
piccoli commando. Stando al capo della polizia, dovrebbero essere stati tutti eliminati, ma si cercano eventuali complici. L'ultimo bilancio fornito parla di almeno
127 morti: oltre agli
ottanta al Bataclan, ce ne sono alcuni allo stadio, 18 in Rue de Charonne, uno in Boulevard Voltaire, 14 in Rue Alibert, cinque in Rue de la Fontaine du Roi.

Immagini girate in Rue Charonne

RSI Mondo 14.11.2015, 01:35

La prima immagine

La prima immagine

  • Twitter

Allo
Stade de France al momento degli attacchi era in corso la partita amichevole di calcio fra Francia a Germania, che non è stata interrotta per non creare panico.

Lo Stade de France dopo la partita

Lo Stade de France dopo la partita

  • keystone

Al termine dell'incontro, gli spettatori sono stati invitati a lasciare lo stadio evitando alcuni in ingressi, ma in migliaia hanno preferito trovare rifugio sul campo.

Reazioni allo Stade de France di Parigi (EBU)

RSI Mondo 14.11.2015, 02:22

Il presidente François Hollande, che era in tribuna, è stato portato via. Si è recato al Ministero degli interni per fare il punto della situazione con il ministro Bernard Cazeneuve. Una riunione di Governo è stata quindi convocata d'urgenza a mezzanotte e ha portato a dichiarare lo stato di emergenza. Il capo dello Stato ha annullato la sua partecipazione al G20 di questo fine settimana in Turchia.

L'inchiesta è nelle mani della procura antiterrorismo, mentre le autorità della capitale francese hanno invitato la popolazione a restare in casa. Diverse linee di metropolitana sono state chiuse e lo rimarranno sabato anche scuole e università della regione parigina.

pon/AFP/Reuters/ANSA


RG 24.00 del 13.11.2015 La diretta da Parigi e il commento in studio

RSI Mondo 14.11.2015, 01:54


07:00 - Lo speciale RG sugli attentati di Parigi - 14 novembre 2015

RSI Mondo 14.11.2015, 08:33


08:00 - Lo speciale RG sugli attentati di Parigi - 14 novembre 2015

RSI Mondo 14.11.2015, 09:25


Telegiornale speciale delle 8:00

Telegiornale 14.11.2015, 09:00

Correlati

Ti potrebbe interessare