Mondo

Persona dell’anno, Taylor Swift o Vladimir Putin?

Nell’elenco dei “finalisti” di Time ci sono anche il presidente cinese Xi Jinping e tanta Hollywood

  • 5 December 2023, 16:53
  • 5 December 2023, 16:56
  • INFO
590340190_highres.jpg

Taylor Swift durante un recente concerto

  • keystone
Di:ATS/pon

Taylor Swift, con i presidenti russo Vladimir Putin e cinese Xi Jinping, è entrata nella “shortlist” per la copertina della Persona dell’anno 2023 di Time, che sarà annunciata mercoledì dal magazine e in diretta sulla NBC.

La pop star è in compagnia di altri personaggi della scena internazionale come re Carlo, il capo della Fed Jerome Powell, il CEO di OpenAI Sam Altman e i magistrati che stanno mettendo sotto processo l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

L’elenco è insolitamente ricco di nomi legati all’entertainment: tra le nove candidature, tre richiamano lo scintillio di Hollywood. Oltre alla Swift, che lo scorso ottobre ha superato il miliardo di dollari di asset e per tutto l’anno ha continuato ad accumulare record, ci sono anche gli attori e gli sceneggiatori della WGA che, dopo mesi di sciopero e il blocco totale delle riprese cinematografiche e televisive, hanno strappato un nuovo contratto di lavoro, e la bambola Barbie, protagonista del film di Greta Gerwig con Margot Robbie e Ryan Gosling.

L’anno scorso Time aveva nominato Persona dell’Anno il presidente Volodymyr Zelensky e lo “spirito dell’Ucraina”. Putin era entrato nella shortlist ma alla fine non era stato prescelto come era successo invece nel 2007. Taylor Swift era a sua volta apparsa sulla copertina nel 2017, l’anno dello scandalo Weinstein, assieme ad altre “silence breakers” che avevano avuto il coraggio di denunciare le molestie sessuali subite.

È dal 1927 - da quando Charles Lindbergh trasvolò in solitaria l’Atlantico - che Time dedica la sua copertina di inizio dicembre alla persona, il gruppo o il concetto che più hanno segnato, nel bene e nel male, l’anno avviato alla conclusione. La copertina della Persona dell’Anno non è necessariamente un onore: nel 1938 fu assegnata ad Adolf Hitler, l’anno dopo e nel 1942 a Stalin, nel 1979 all’Ayatollah Khomeini. Altre copertine, in anni più recenti, hanno visto raffigurati il presidente Joe Biden e la vice Kamala Harris, Martin Luther King, la cancelliera tedesca Angela Merkel, Papa Francesco e Greta Thunberg.

Notiziario delle 22:00 del 30.11.2023

  • 30.11.2023
  • 21:30

Correlati

Ti potrebbe interessare