Mondo

UE e USA preparano nuove sanzioni contro Teheran

Washington si unisce a Bruxelles nel varare nuove misure punitive contro l’Iran a seguito del suo massiccio attacco contro Israele dello scorso weekend

  • 16 aprile, 20:50
  • 17 aprile, 09:01
  • INFO
  • HAMAS ISRAELE
Una donna per le strade di Teheran.jpg

Una donna per le strade di Teheran

  • Keystone
Di: ATS/RSI Info

Dopo che martedì sera l’alto rappresentante per la politica estera dell’UE Josep Borrell ha affermato che l’Iran dovrà aspettarsi nuove sanzioni da parte dell’Unione europea in seguito agli attacchi missilistici e con i droni contro Israele, qualche ora dopo pure gli Stati Uniti hanno reso noto la loro intenzione di imporre nuove sanzioni contro il regime degli ayatollah.  

Borrell aveva parlato dopo una videoconferenza con i ministri degli Esteri degli Stati membri, i quali avrebbero chiesto al suo team di preparare ulteriori misure punitive. A suo avviso, le restrizioni commerciali saranno estese al fine di rendere più difficile all’Iran la costruzione di missili. L’UE prevede inoltre di colpire la fornitura di droni e missili agli alleati della regione.

Per entrambe le misure sarà ampliato il regime di sanzioni introdotte dopo che l’Iran ha iniziato a sostenere la guerra di aggressione russa contro l’Ucraina fornendo droni. Tra l’altro, l’esportazione di componenti utilizzati per la costruzione e la produzione di veicoli aerei senza pilota in Iran è stata finora vietata da questo regime. Anche le persone e le organizzazioni sono colpite da misure punitive.

Secondo i diplomatici, lo stesso Borrell era inizialmente riluttante a imporre nuove sanzioni. Uno dei motivi è l’impegno per convincere l’Iran ad aderire a un accordo per limitare il suo programma nucleare. L’obiettivo è quello di impedire all’Iran di costruire una bomba nucleare. Dopo la videoconferenza dei ministri degli Esteri, Borrell ha dichiarato che c’è accordo sulla necessità di evitare un’ulteriore escalation. Hanno quindi invitato tutte le parti coinvolte a dare prova di moderazione.

Dal canto suo, Washington non ha precisato il tenore delle misure che intende porre in atto. In un comunicato, il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan ha spiegato: “Nei prossimi giorni gli Stati Uniti imporranno nuove sanzioni contro l’Iran, compresi i suoi programmi di droni e missili”, il suo Corpo delle Guardie Rivoluzionarie e il suo Ministero della Difesa,.

“Queste nuove sanzioni, insieme ad altre ritorsioni, rafforzeranno la pressione sull’Iran per contenere e ridurre le sue capacità militari”, ha aggiunto Sullivan.

Israele studia una risposta all'Iran

Telegiornale 16.04.2024, 20:00

Correlati

Ti potrebbe interessare