Mondo

WhatsApp, criptatura bucata

Un ricercatore della University of California: "Le conversazioni possono essere lette dagli hacker o dai Governi"

  • 13 January 2017, 15:48
  • 5 September 2023, 12:21
Il Guardian sostiene che la falla nel sistema è tuttora aperta

Il Guardian sostiene che la falla nel sistema è tuttora aperta

  • keystone

Le conversazioni su WhatsApp non sono a prova d'intercettazione. Lo sostiene un ricercatore della University of California, Tobias Boelter, che sostiene di aver già informato nell'aprile dell'anno scorso la dirigenza di Facebook (che ha comprato la celebre app di messaggistica istantanea nel 2014). Lo scrive il Guardian, sottolineando che il problema nasce dalla vulnerabilità di una "porta di accesso nascosta al sistema", accessibile non solo agli hacker.

In effetti, spiega il ricercatore, anche la stessa WhatsApp potrebbe leggere e fornire i dati (che in teoria dovrebbero essere criptati), ad esempio a un ente governativo, se quest'ultimo dovesse farne richiesta.

Red.MM/M.Ang.

Correlati

Ti potrebbe interessare