Svizzera

Gli infermieri protestano, "oggi come due anni fa"

Sono sempre le stesse le rivendicazioni del personale di cura che si è riunito sabato in Piazza federale - L'intervista a Sophie Ley

  • 26 November 2022, 14:55
  • 23 June 2023, 22:38
  • INFO

RG delle 12.30 del 26.11.22 - Gli infermieri protestano, "oggi come due anni fa" - Il servizio di Monica Fornasier sugli infermieri

Di:RG/ATS/Natda

Sabato pomeriggio diverse centinaia di operatori sanitari si sono riuniti a Berna per manifestare. Hanno chiesto che il governo federale e i cantoni fermino finalmente "l'esodo degli infermieri": ogni mese, infatti, più di 300 di loro abbandonano la loro professione, secondo un appello lanciato dai sindacati Unia, VPOD e Syna e dall'associazione professionale SBK. Dall'approvazione dell'iniziativa popolare «Per cure infermieristiche forti» non è ancora stato preso alcun provvedimento per sanare la situazione.

Una categoria sotto pressione

Una categoria sotto pressione

  • keystone

"Le stesse rivendicazioni di due anni fa"

Le rivendicazioni del personale di cura sono le stesse di due anni fa, fa notare Sophie Ley, presidente dell'Associazione svizzera delle infermiere e degli infermieri. "Sono le stesse perché il numero di posti vacanti continua ad aumentare di mese in mese, e le condizioni di lavoro diventano sempre più difficili, al punto che è ormai molto complicato riuscire a garantire ai pazienti cure di qualità" ha detto Ley. La carenza di personale comporta la chiusura di alcuni servizi, così come un eccessivo carico di lavoro che sempre più spesso sfocia in burnout. Tutto questo continua a succedere nonostante il riconoscimento in votazione popolare un anno fa dell'urgenza di migliorare la situazione per permettere al personale di esercitare al meglio la propria professione, garantendo riposo, una formazione più appropriata e un salario più adeguato.

Da quel "sì" popolare per cure infermieristiche forti, nulla è cambiato: è l'amara constatazione che il settore fa oggi. Con la protesta di piazza davanti a Palazzo federale è alla politica che gli infermieri e le infermiere si rivolgono. "Bisogna agire al più presto", insiste Sopie Ley. "Basta con l'attendismo, servono misure rapide ed efficaci", sottolinea. L'iniziativa infermieristica adottata dal popolo un anno fa deve essere attuata rapidamente. Nel settore sarebbero quasi 15'000 i posti vacanti attualmente, stando alle cifre fornite da Jobradar, pubblicate nell'ultimo bollettino dei medici FMH.

Infermieri in piazza a Berna

Telegiornale 21:00 di sabato 26.11.2022

  • 26.11.2022
  • 20:00

Ti potrebbe interessare