Svizzera

L’ambasciata cinese tuona contro il viaggio a Taiwan

Una delegazione del Nazionale ha incontrato la presidente Tsai Ing-wen – La rappresentanza diplomatica: “Non si sostengano i separatisti e non si inviino falsi segnali”

  • 6 February 2023, 13:23
  • 24 June 2023, 02:20
  • INFO

Una delegazione svizzera a Taiwan

Telegiornale 06.02.2023, 13:30

Di: RG/Red.MM

Una delegazione del Consiglio Nazionale ha incontrato oggi, lunedì, la presidente di Taiwan Tsai Ing-wen. Una visita che ha fatto storcere il naso a Pechino e, su richiesta della RSI, l'ambasciata cinese ha preso posizione: ha espresso "preoccupazione" e si è detta contraria "a ogni forma di contatto ufficiale fra le autorità di Taiwan e rappresentanti di Paesi che hanno relazioni diplomatiche" con Pechino.

L'ambasciata ricorda il principio di "una sola Cina" che gode di "consenso universale" ed è riconosciuto anche dalla Confederazione. La visita, quindi, servirebbe solo a creare nuove tensioni. I deputati "avrebbero dovuto contribuire maggiormente alla promozione e al mantenimento della pace mondiale, invece di viaggiare dall'Europa in guerra verso l'Asia per sostenere i separatisti taiwanesi". Nella presa di posizione ci si augura inoltre che la Confederazione, Paese neutrale, e i suoi rappresentanti rimangano fedeli ai traguardi faticosamente raggiunti nei rapporti bilaterali fra Berna e Pechino invece di inviare "falsi segnali".

Il consigliere nazionale socialista Fabian Molina, presidente della delegazione, ai microfoni di SRF aveva per canto suo già difeso la bontà del viaggio; proprio alla luce delle crescenti tensioni con l'isola e alla domanda di SRF se la delegazione svizzera abbia preso in considerazione il rischio di gettare benzina sul fuoco, con conseguenze negative anche nelle relazioni bilaterali, ha risposto che: "Non è giusto che la Cina cerchi di influenzare la nostra politica estera. Taiwan è già oggi il quinto partner commerciale del nostro paese e il suo territorio ospita una grande comunità svizzera. Gli scambi e le relazioni economiche sono regolari e non vanno accompagnati dalla politica. La ricerca di soluzioni pragmatiche può invece contribuire a migliorare ulteriormente questa collaborazione".

Radiogiornale delle 12.30 del 06.02.2023: il servizio di Gian Paolo Driussi

RSI Svizzera 06.02.2023, 15:23

Ti potrebbe interessare