Svizzera

Sostegno al plurilinguismo

Il Governo adotta misure per meglio rappresentare le minoranze linguistiche nell'Amministrazione

  • 27 agosto 2014, 16:30
  • 6 giugno 2023, 21:59
L'odierna delegata al plurilinguismo Nicoletta Mariolini

L'odierna delegata al plurilinguismo Nicoletta Mariolini

  • ©Ti-Press

Il Consiglio federale ha adottato nuove misure per rafforzare la promozione del plurilinguismo nell'Amministrazione federale, migliorare la rappresentanza delle minoranze linguistiche, in particolare tra i quadri, e ampliare le competenze linguistiche del personale.

In tal modo il Governo intende contribuire fattivamente al sostegno alle lingue nazionali e al rafforzamento della coesione. In futuro, per esempio, le quote di rappresentanza delle comunità linguistiche (68,5-70,5 germanofoni, 21,5-23,5% francofoni, 6,5-8,5% italofoni, 0,5-1,0% romanci) non saranno più definite soltanto per l'insieme di un dipartimento, ma anche per le singole unità amministrative.

La revisione dell'ordinanza permette inoltre di estendere l'autonomia e le competenze della delegata federale al plurilinguismo, oggi la ticinese Nicoletta Mariolini, la quale potrà intervenire più attivamente nei processi chiave della promozione delle lingue nazionali nell'Amministrazione federale.

Red.MM/ATS/Swing

CSI 18.00 del 27/08/2014: il servizio di Paola Latorre

RSI Ticino e Grigioni 27.08.2014, 20:02

Ti potrebbe interessare