Svizzera

"Tredicesima anche ai pensionati"

L'Unione sindacale svizzera lancia un'iniziativa popolare

  • 15 November 2019, 12:55
  • 9 June 2023, 16:26
Il presidente Pierre-Yves Maillard

Il presidente Pierre-Yves Maillard

  • keystone
Di: ATS/pon

La previdenza per la vecchiaia è in difficoltà, le rendite calano mentre i contributi aumentano: partendo da questa constatazione, i delegati dell'Unione sindacale svizzera riuniti venerdì hanno deciso di lanciare un'iniziativa per l'introduzione di una 13ma mensilità per i beneficiari dell'AVS, che corrisponderebbe a un incremento dell'8,33%. La data d'inizio della raccolta delle 100'000 firme necessarie per andare al voto sarà definita in un secondo tempo, precisa un comunicato.

Le persone che vanno in pensione ora o lo faranno nei prossimi anni, spiega l'USS, riceveranno di meno rispetto alla generazione precedente: la metà di chi lo ha fatto nel 2017, per esempio, dovrà cavarsela con meno di 3'600 franchi mensili fra primo e secondo pilastro. Aumentare le rendite dell'AVS è ritenuto quindi il modo migliore per garantire un livello di vita decente, in particolar modo per le donne, che sono spesso sfavorite al momento della quiescenza, per aver lavorato a tempo parziale, con interruzioni o a salari inferiori.

Svizzeri con meno potere d'acquisto

Telegiornale 13:30 di giovedì 14.11.2019

  • 14.11.2019
  • 12:30

La misura fa parte del decalogo programmatico per la prossima legislatura presentato giovedì nella capitale (vedi correlate), una serie di proposte volta a salvaguardare il potere d'acquisto degli svizzeri, eroso in particolar modo dall'esplosione dei costi della salute.

L'USS rivendica la 13esima per chi è in AVS

Telegiornale 21:00 di venerdì 15.11.2019

  • 15.11.2019
  • 20:00

Ti potrebbe interessare