Ticino e Grigioni

Alain Scherrer: “È il momento di lasciare il posto”

Il sindaco di Locarno ha annunciato che non si ripresenterà alle elezioni comunali del 2024

  • 28 September 2023, 08:23
  • 28 September 2023, 09:47
  • INFO
Ti_Press_SA_398540.jpg

Il sindaco di Locarno non si ricandiderà

  • Tipress
Di: Spi

Il sindaco di Locarno Alain Scherrer non si ricandiderà alle elezioni comunali del prossimo anno. Lo annuncia lui stesso in un comunicato inviato giovedì mattina: “Nella mia testa, anche se non nel mio cuore, so che questo momento è adesso. Perciò annuncio l’intenzione di non più ripresentarmi nel 2024. Magari qualcuno rimarrà turbato da questa decisione, ma, a onore del vero, ci saranno altri che affronteranno la notizia senza problemi. È questa la bellezza della democrazia”.

Si chiude dunque un’esperienza politica aperta 8 anni fa. Scherrer era infatti subentrato come sindaco a Carla Speziali il 30 giugno 2015, dopo le sue dimissioni. “Essere il sindaco di Locarno - afferma oggi - è, secondo il mio parere ovviamente di parte, il lavoro più bello del mondo. È un privilegio incalcolabile”.

“Sono orgoglioso - continua il sindaco di Locarno - di questa carica e sono molto fiero dei risultati raggiunti negli anni in cui sono stato a Palazzo Marcacci. Tuttavia, fin dai primi momenti in cui ho ricoperto questo incarico, ho creduto che una parte del servire bene la Città consista nel sapere quando è il momento di lasciare il posto ad altri”.

Sono stati gli anni più soddisfacenti della mia vita

Alain Scherrer, sindaco di Locarno

Dietro la decisione si intravede chiaramente la consapevolezza del lungo percorso fatto: “Al termine della presente Legislatura avrò trascorso 24 anni di politica attiva, quattro da Consigliere comunale, undici come Municipale e nove nel ruolo di Sindaco. Sono umano. Tutti i politici lo sono”. Ma anche quella delle esigenze professionali: “Sebbene sia profondamente riconoscente al mio datore di lavoro per la fiducia e la libertà che mi ha sempre concesso, le richieste a livello professionale si sono fatte sempre più pressanti, complesse e necessitano di risposte oneste, competenti e che portano a soluzioni. Lo stesso discorso vale a livello istituzionale”.

Dare tutto sé stesso a questo ruolo, quello di sindaco, sottolinea ancora il 58enne, “è l’unico modo per farlo. Per me ora è troppo, data la natura delle sfide che il Paese deve affrontare. Sono stati gli anni più soddisfacenti della mia vita”.

Notiziario delle 11:00 del 28.09.2023

  • 28.09.2023
  • 09:10

Meno individualismo nel 2023, per il sindaco di Locarno

Il Quotidiano di domenica 01.01.2023

  • 01.01.2023
  • 19:00

Correlati

Ti potrebbe interessare