Ticino e Grigioni

Alla sbarra per 200 chili di erba

Rinviati a giudizio due presunti membri di una banda che importava marijuana e hashish dall’Italia per venderla in Ticino

  • 12 November 2023, 17:40
  • 13 November 2023, 07:34
  • INFO
Alla sbarra per 200 chili di erba

Il processo sarà presieduto dal giudice Amos Pagnamenta

  • Reuters
Di:Francesco Lepori

La procuratrice pubblica Marisa Alfier ha rinviato a giudizio due presunti membri di una banda dedita all’importazione e alla vendita di droga sul nostro territorio.

Tra l’estate del 2020 e il settembre dello scorso anno il 50enne italiano e la 37enne ticinese (domiciliata in Capriasca) avrebbero trasportato qualcosa come almeno 200 chili di marijuana e 20 di hashish. Droga che sarebbe stata presa in consegna a Chiasso, caricata in auto e recapitata a terzi, nel Sottoceneri.

L’atto d’accusa parla di una ventina di viaggi. Compresa la trasferta effettuata il 12 settembre 2022 dall’uomo, tratto in arresto mentre da Cassarate (dove aveva appena fatto tappa) si stava recando a Rivera. Nella vettura presa a noleggio la polizia trovò 10 chili di marijuana e quasi tre di hashish.

L’italiano (difeso da Yasar Ravi e Luisa Polli) deve rispondere inoltre del possesso di 470 grammi di cocaina, in parte consumati e in parte ceduti ad altri.

Per entrambi gli imputati l’ipotesi principale è quella di infrazione aggravata alla legge federale sugli stupefacenti. La 37enne (difesa da Stefano Camponovo) in larga misura ammette gli addebiti, che l’amico invece respinge su più punti. 

La Corte delle Assise Criminali sarà presieduta dal giudice Amos Pagnamenta. Il 50enne sta già espiando anticipatamente la pena; lei è tornata da tempo a piede libero.

Traffico di droga, due rinvii a giudizio

Il Quotidiano di domenica 12.11.2023

  • 12.11.2023
  • 18:15

Correlati

Ti potrebbe interessare