Ticino e Grigioni

Grigioni, bodycam per la polizia

Il Parlamento cantonale crea la base legale per le telecamere indossabili. Gli agenti non le vogliono

  • 30 agosto 2018, 20:15
  • 8 giugno, 21:47

Grigioni sera del 30-08-2018

Gli agenti di polizia dei Grigioni potranno essere equipaggiati con telecamere indossabili, le cosiddette bodycam. Il Parlamento cantonale ha modificato la legge in tal senso giovedì (con 90 voti favorevoli e 23 contrari).

Remo Cavegn, presidente del sindacato dei poliziotti ed esponente del partito popolare democratico cristiano, si è opposto invano all'impiego delle bodycam, peraltro già testate con successo dalla città di Zurigo nel febbraio 2017. Il test ha dimostrato che l'impiego di telecamere aiuta ad evitare che i controlli di polizia nei confronti delle persone possano "degenerare".

Gli agenti mettono in dubbio, invece, da un lato l'effetto "preventivo" e dall'altro lamentano un'intrusione nella loro privacy.

A rassicurare - ottenendo il sostegno della maggioranza del Legislativo - ci ha pensato il consigliere di Stato e direttore del dipartimento di polizia Christian Rathgeb. Ha sottolineato che non si tratta di dotare da domani i poliziotti di videocamere indossabili ma solo di creare la necessaria base legale per poter utilizzare le cosiddette bodycam in futuro.

ATS/M. Ang.

Ti potrebbe interessare