Guardie svizzere in Vaticano

La Caserma di Durisch e Nolli supera l’esame dell’UNESCO

La nuova sede della Guardia pontificia è stata valutata dagli esperti del Patrimonio mondiale. I lavori partiranno nel 2026

  • 8 dicembre 2023, 17:46
Ti_Press_SA_336597.jpg

Gli architetti Nolli e Durisch

  • tipress
Di: pon

Nulla più si oppone al rinnovo della caserma delle Guardie svizzere in Vaticano, progettato dagli architetti ticinesi Pia Durisch e Aldo Nolli. La definizione di dettaglio può cominciare ora che è giunta l’approvazione dell’UNESCO, i cui esperti hanno apprezzato in particolare il rifacimento della facciata con vista sul territorio italiano, la riorganizzazione degli spazi interni e lo spostamento di una fontana che permetterà di liberare un passaggio e ristabilire l’antica strada dei pellegrini. I lavori partiranno nel 2026.

Visto che il Vaticano appartiene al patrimonio culturale mondiale, ogni progetto rilevante va sottoposto al parere di esperti. Il via libera al disegno di Durisch e Nolli e degli ingegneri basilesi di Schnetzer Puskas, che hanno lavorato in collaborazione con la commissione vaticana per la tutela dei monumenti storici, attesta la qualità del lavoro svolto, come sottolinea la fondazione per la ristrutturazione della caserma.

RG 08.00 del 25.04.2019 Nuova caserma in Vaticano

RSI Ticino e Grigioni 25.04.2019, 12:43

Correlati

Ti potrebbe interessare