Ticino e Grigioni

Non c'è ostilità generalizzata

Analisi del voto ticinese del 9 febbraio sull'iniziativa contro l'immigrazione di massa

  • 3 November 2014, 11:49
  • 6 June 2023, 22:35
Gli argomenti dell'UDC hanno convinto la maggioranza degli svizzeri

Gli argomenti dell'UDC hanno convinto la maggioranza degli svizzeri

  • ©Ti-Press

La maggioranza dei ticinesi non nutre un'ostilità di principio per frontalieri, stranieri e richiedenti l’asilo. Lo sostiene l’analisi del voto sull’iniziativa "Contro l’immigrazione di massa" del 9 febbraio svolta dall’Osservatorio della vita politica regionale dell’Università di Losanna interpellando 1'400 cittadini.

I risultati sono stati presentati lunedì. Confermano che la maggioranza dei ticinesi (quasi tutti i leghisti e i democentristi e oltre il 60% di liberali-radicali, popolari-democratici e verdi) ha sostenuto l’iniziativa per: la volontà di limitare l’afflusso di stranieri, la convinzione che vi sono troppi immigrati e i timori legati alla presenza di frontalieri. Ma vi era pure l’intenzione di mandare un messaggio alle autorità federali che, al contrario di quelle cantonali, godono di poca fiducia.

L'Osservatorio della vita politica regionale dell’Università di Losanna è guidato da Oscar Mazzoleni

L'Osservatorio della vita politica regionale dell’Università di Losanna è guidato da Oscar Mazzoleni

  • ©Ti-Press

Secondo l’Osservatorio quindi "non è stato solo un voto di defezione o protesta, ma anche una potenziale delega nei confronti di specifici attori, in particolare i rappresentanti politici ticinesi".

Diem

Dal Quotidiano:

Per saperne di più

Lo studio è disponibile all’indirizzo www.unil.ch/ovpr/tsp61.

CSI 18.00 del 03/11/14: il servizio di Francesca Calcagno

  • 03.11.2014
  • 17:57

Ti potrebbe interessare