Ticino e Grigioni

Ridisegnare il Basso Mendrisiotto

Renderlo più verde e vivibile, nascondendo l'ultimo tratto dell'A2 fra Balerna e Chiasso: è l'obiettivo di un ambizioso progetto da 650 milioni di franchi

  • 10 February 2023, 18:28
  • 31 July 2023, 10:38
  • INFO

SEIDISERA del 10.02.2023: Autostrada nascosta nel Basso Mendrisiotto

Di: SEIDISERA/Marcello Ierace/ARi

Un ambizioso progetto presentato venerdì punta a ridisegnare il territorio del Basso Mendrisiotto in modo da renderlo più verde e vivibile.

Ma come? L'idea è di nascondere il tratto conclusivo dell'autostrada A2: verrebbe infatti costruita una galleria a Balerna, 400 metri di copertura artificiale, e poi un'altra a Vacallo, in zona San Simone. Nascerebbe quindi un grande parco verde per unire la Valle della Motta alle Gole della Breggia. Spazio, inoltre, ad un "centro direzionale" della regione: una torre alta 160 metri, che ospiterebbe sia gli spazi amministrativi del nuovo comune aggregato, sia Serfontana e Centro Breggia, che così non occuperebbero più il paesaggio. E anche le dogane, in base a questo progetto, sarebbero nascoste dal verde e sovrastate da un bosco sospeso. Il progetto andrebbe realizzato entro il 2050 e implicherebbe costi nell'ordine di 650 milioni di franchi.

Un'idea certamente avveniristica. Ma non forse troppo ambiziosa per essere anche realizzabile? "In termini di dimensioni e di costi non è poi così esagerato", perché se consideriamo "gli interventi che l'USTRA fa sul territorio per coprire le autostrade in Vallese, piuttosto che ad Airolo, sono interventi importanti", risponde l'architetto Elio Ostinelli, autore del progetto.

Il progetto ha intanto incassato il sostegno della Commissione regionale dei trasporti del Mendrisiotto, che ha ottenuto dal Consiglio di Stato un finanziamento per uno studio di fattibilità. "Se io guardo al comune di Chiasso, vorrebbe dire recuperare più di un chilometro di autostrada, recuperare tutto il sedime della dogana, sia commerciale che turistica", sottolinea per parte sua il sindaco di Chiasso Bruno Arrigoni, parlando di una prospettiva che "anche dal profilo ecologico sarebbe veramente geniale".

Ridisegnare la zona del Breggia

Il Quotidiano di venerdì 10.02.2023

  • 10.02.2023
  • 19:00

Correlati

Ti potrebbe interessare