Ticino e Grigioni

Stop ai bagni nella Maggia e nel Verbano

Da oggi vietata la balneazione nel fiume e nelle zone del Verbano invase dal materiale che il fiume ha trasportato a valle - Il fenomeno potrebbe continuare

  • 4 luglio, 19:16
  • 4 luglio, 19:22

Divieto di balneazione nella Maggia e nel Verbano

SEIDISERA Magazine 04.07.2024, 18:25

  • Tipress
Di: SDS/Natda

Lo Stato maggiore regionale di condotta ha diramato oggi (giovedì) un divieto di balneazione nella Maggia e nelle parti di litorale a Locarno, Tenero e Ascona invase dal materiale che il fiume ha riversato nel lago. Un fenomeno che peraltro potrebbe continuare nei prossimi giorni, anche a causa del maltempo..

Ascona è stata fino ad ora relativamente risparmiata e sulle sue spiagge c’erano diversi bagnanti. “Abbiamo utilizzato un trattore per rimuovere i prezzi più grandi e poi, manualmente, abbiamo rimosso anche le cose più piccole”, spiega Michele Zanetta, selvicoltore per l’azienda forestale del patriziato.

Tra i materiali raccolti “legna, rifiuti, polistirolo usato per isolamenti, bottiglie di plastica, ciabatte, legno lavorato, probabilmente da strutture che sono crollate durante le intemperie”. Nonostante gli sforzi, la situazione rimane incerta: “potremmo ritrovarci lunedì con una situazione analoga, se non peggiore”.

L’afflusso di bagnanti è notevolmente diminuito, mentre è stata notato lo spirito di iniziativa da parte dei clienti degli stabilimenti balneari, che hanno contribuito a pulire il lago.

  • Michele Zanetta
  • Locarno
  • Tenero
  • Ascona
  • Lago Maggiore

Correlati

Ti potrebbe interessare