Ticino e Grigioni

Un'estate da tropici

Quella del 2022, sottolinea Meteo Svizzera, risulterà la seconda più calda dall'inizio delle misurazioni meteo nel 1864

  • 25 August 2022, 15:10
  • 16 August 2023, 14:32
  • INFO

L'estate più calda dal 1864

Telegiornale 22:00 di giovedì 25.08.2022

Di:Red.ID/ARi

L'estate 2022, che sotto il profilo meteorologico terminerà fra alcuni giorni, risulterà la seconda più calda dall'inizio delle misurazioni nel remotissimo 1864.

È quanto evidenzia Meteo Svizzera oggi, giovedì, sottolineando che la temperatura media, a livello nazionale, è risultata superiore di 2,3 gradi centigradi per rapporto alla norma rilevata fra il 1991 e il 2020. Solo la storica estate del 2003, si legge in un comunicato diffuso nel pomeriggio, aveva fatto registrare un dato ancora più alto di circa 3 gradi.

Sul piano delle temperature, quelle più alte, con più di 36 gradi, sono state rilevate nella Svizzera settentrionale e nelle regioni di Biasca, Sion e Neuchâtel. E proprio quest'ultima città ha vissuto le 3 giornate più calde mai misurate nel Paese in giugno: la media delle massime giornaliere è stata infatti di 34,6 gradi.

Estate 2022, caldo record

Telegiornale 22:00 di martedì 23.08.2022

  • 23.08.2022
  • 20:00

Il periodo caldo di luglio, con punte di particolare intensità a sud delle Alpi e all'ovest, è risultato straordinario in termini di durata: dal 14 al 26 luglio. A Lugano e a Ginevra è stato quindi rilevato il periodo di due settimane più caldo mai misurato. La temperatura più alta di quest'estate, ben 38,3 gradi, è stata invece misurata in agosto, e più precisamente il 4, a Ginevra.

Più in generale il numero delle giornate tropicali, ossia con temperature superiori ai 30 gradi, è risultato assai consistente sia a nord che a sud della catena alpina. A Stabio le giornate di questo tipo sono state ad oggi 59: ciò corrisponde al dato più elevato di una serie storica iniziata nel 1981. E nella località del Mendrisiotto non erano mai state in precedenza misurate più di 40 giornate tropicali.

In particolare evidenza, quindi, la severa carenza di precipitazioni. A livello nazionale la somma complessiva di quelle verificatesi da giugno ad agosto risulta infatti inferiore alla norma del periodo 1991-2020. In talune regioni, come nella Svizzera occidentale, è caduta meno del 60% della pioggia normalmente attesa per la stagione. Ma nelle regioni più meridionali della Svizzera il dato in questione è si attestato al di sotto del 40% della norma.

Un nuovo primato è stato infine raggiunto per quanto riguarda l'isoterma di zero gradi: il record, pari a 5'184 metri, è stato registrato lo scorso 25 luglio. Le misurazioni di questo parametro meteorologico, segnala sempre Meteo Svizzera, iniziarono nel 1954 e sono effettuate attraverso radiosondaggi.

Correlati

Ti potrebbe interessare