Arriva, come previsto, l'ondata di fallimenti aziendali
Arriva, come previsto, l'ondata di fallimenti aziendali (keystone)

Arriva l'ondata di fallimenti

In Svizzera registrato un aumento del 41% delle insolvenze nel primo semestre dell'anno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'ondata di fallimenti aziendali è arrivata: lo constata la società di informazioni economiche Creditreform, che registra un aumento del 41% delle bancarotte nel primo semestre in confronto allo stesso periodo del 2021. Nei primi sei mesi del 2022 il numero di insolvenze si è attestato a 3'990, una cifra del 10% superiore alla media del 2018 e 2019. Ai fallimenti per incapacità a far fronte ai pagamenti vanno aggiunti quelli per lacune nell'organizzazione (+45% su base annua).

Le più colpite sono le aziende del ramo dei servizi con fino al 40% in più di chiusure.  Intanto però "la realtà sta raggiungendo coloro che in un primo tempo erano stati in grado di cavarsela con gli aiuti Covid statali" spiega Creditreform. Nell'elenco manca il ramo della ristorazione, dove viene osservata solo una progressione del 2% rispetto al 2018/19.

Per l'insieme del 2022 Creditreform si aspetta 9'920 bancarotte aziendali (+34% in confronto al 2021) e 8'450 fallimenti di privati (-3%).

 
Condividi