CS: perdita di 4,4 miliardi

La banca regola i conti, dopo i grattacapi legati ai fondi speculativi Archegos e alla società d’investimenti Greensill

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Credit Suisse regola i conti, dopo i grattacapi legati ai fondi speculativi Archegos e alla società d’investimenti Greensill. Oggi la grande banca annuncia due partenze eccellenti in seno alla direzione generale: quella del responsabile banca d’affari, Brian Chin, e quella della responsabile dei rischi, Lara Warner. Verranno sostituiti da Christian Meissner e da Joachim Oechslin.

 

L’istituto ha anche annunciato l’apertura di un’inchiesta esterna per capire meglio cosa sia andato storto negli Stati Uniti con il fondo speculativo Archegos. Una perdita che viene stimata attorno ai 4,4 miliardi di franchi e che dovrebbe portare ad una diminuzione dei dividendi per l’anno 2020 e ad un calo delle retribuzioni per i principali dirigenti di Credit Suisse.

Stamane i risultati del primo trimestre 2021 della banca svizzera mostrano una perdita pari a circa 900 milioni di franchi. Nel primo trimestre del 2020 era invece stato registrato un utile da 1,3 miliardi di franchi e l’anno 2020 si era chiuso con un utile pari a 2,7 miliardi di franchi.

agenzie/X.L.
Condividi