Pierre Moscovici (©Reuters)

Congiuntura UE, nuove ombre

Riviste al ribasso le previsioni di crescita: ora sono all'1,2% per l'anno in corso e al 1,5% nel 2020

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Commissione europea ha nuovamente tagliato le previsioni di crescita per la zona euro per il periodo 2019-2020 situandole all'1,2% per l'anno in corso e al 1,5% nel 2020. Lo scorso 7 febbraio, ricordiamo, si era già provveduto a un taglio all’1,3% nel 2019 e all’1,6% per il 2020.

 

Il commissario europeo agli affari economici Pierre Moscovici ha affermato che l'economia europea regge bene a fronte delle incertezze persistenti nel commercio globale a causa della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti e dell'eventualità di una Brexit senza accordo. È stata confermata invece all'1,4% la previsione di inflazione per l'anno in corso.

Per l'Italia la Commissione europea ha invece abbassato le previsioni di crescita allo 0,1% per il 2019 e allo 0,7 per il 2020. Il paese si trova quindi in fondo alla classifica della zona euro per crescita, investimenti e occupazione.

Notiz/ATS/SP
Condividi