Il nuovo 777X di Boeing pronto per il test (reuters)

Decolla la scommessa 777X

L'Amministrazione americana intanto soddisfatta dagli sforzi sulla sicurezza intrapresi da Boeing sul 737 MAX

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Amministrazione federale americana dell'Aviazione ha informato che i Boeing 737 MAX potrebbero tornare in volo entro la metà del corrente anno e non prima. L'Agenzia di vigilanza è comunque soddisfatta del lavoro intrapreso negli ultimi 10 mesi dal gigante di Chicago. Tutti i 737 MAX sono tuttora a terra dopo 2 stragi ravvicinate avvenute negli anni scorsi.

Il 737 MAX potrebbe ritornare a volare attorno alla metà del 2020
Il 737 MAX potrebbe ritornare a volare attorno alla metà del 2020 (keystone)

Ma non è tutto. Il 777X, il nuovo gigante dei cieli di Boeing, sta per decollare. E dovrà rilanciare il gruppo americano dopo il contraccolpo dei due incidenti aerei che hanno causato 346 vittime.

Il vento ha però costretto Boeing a rimandare il volo inaugurale a lungo raggio del nuovo aereo. Il velivolo è dotato di nuovi motori, ali in materiale composito, una fusoliera più larga e altre migliorie per permettere di giungere ad un'autonomia in volo di 16'090 km rispetto ai quasi 14’000 del precedente, con 49 passeggeri in meno per un totale di 365.

ATS/Swing

Condividi