L'istituto resta pronto a intervenire per evitare il rafforzamento eccessivo del franco (keystone)

I tassi restano negativi

La Banca nazionale svizzera ha deciso di non cambiare la sua politica monetaria

Nessuna sorpresa: come ampiamente previsto e nonostante le crescenti critiche la Banca nazionale svizzera (BNS) mantiene invariata la sua politica monetaria che si basa sugli interessi sotto zero, i più bassi al mondo.

L'istituto d'emissione lascia fermo al -0,75% il suo tasso guida, confermando anche gli interessi negativi, pure dello 0,75%, sui conti giro presso la BNS.

Nel suo tradizionale esame trimestrale della situazione economica e monetaria la BNS ribadisce la propria disponibilità a intervenire all'occorrenza sul mercato dei cambi, per evitare un rafforzamento da essa giudicato eccessivo del franco.

ATS/sf
Condividi