L'Audi A3 Sportback che doveva debuttare a Ginevra sarà offerta anche come ibrida plug-in
L'Audi A3 Sportback che doveva debuttare a Ginevra sarà offerta anche come ibrida plug-in (Audi Newsroom)

Le ibride plug-in in evidenza

Si conferma il successo delle vetture a trazione alternativa con le "ricaricabili", che a febbraio hanno quadruplicato la loro quota di mercato

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La quota di ibridi plug-in nel mercato delle autovetture nuove in Svizzera ha raggiunto un livello record a febbraio. Toccando il 4,0%, i modelli ibridi che possono essere ricaricati tramite la rete elettrica hanno quadruplicato la quota di mercato rispetto allo scorso anno. Se contiamo anche le auto puramente elettriche, la quota di plug-in è dell'8,1% a febbraio e del 7,9% da inizio anno.

Come a gennaio, quasi 1 su 5 auto immatricolate in Svizzera a febbraio aveva un sistema di guida alternativo. Tra i 19’108 veicoli immatricolati a febbraio (-13,8% rispetto al 2019), 3’636 o il 19,0% non sono o non sono solo alimentati da un motore termico. Auto-Suisse ha riferito che non è ora possibile valutare le ricadute della cancellazione del Salone di Ginevra.

 

Per quanto riguarda le marche, spiccano le progressioni a febbraio di DS (+210,7%), Lexus (+79,3%) e Audi (+17,2%) che aspetta l'arrivo dell'A3 nuova e delle novità elettriche, come segnala il Brand Manager elvetico Dieter Jermann, spiegando che la richiesta di "ricaricabili" è sostenuta. Ottimi pure i risultati dopo due mesi di Porsche (+176,7%), Renault (+39,9%) e Mini (+16,1%).

 
EnCa/ATS
Condividi