UBS: utile in calo e voci di fusione

Utile netto di 1,14 miliardi di dollari (-27%). Il Financial Times: "Trattativa con Deutsche Bank". Ermotti alla RSI: "Il problema è too small to survive"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

UBS ha registrato nel primo trimestre del 2019 un utile netto di 1,14 miliardi di dollari, in calo del 27% su base annua. Lo comunica giovedì l'istituto bancario, precisando che nel risultato 2018 era confluito un credito di 241 milioni legato alla sua cassa pensioni in Svizzera. Nel periodo in questione UBS segnala anche un afflusso netto di nuovi capitali superiore ai 20 miliardi di dollari.

 

Le difficoltà erano attese e UBS è riuscita tutto sommato a limitare i danni, tanto che su diverse voci ha ottenuto cifre migliori di quelle ipotizzate dagli esperti consultati dall'agenzia finanziaria AWP.

Il CEO del numero 1 bancario svizzero, il ticinese Sergio Ermotti, ha riferito che la situazione è migliorata "verso la fine del trimestre e nel mese di aprile. Siamo in linea con le iniziative strategiche presentate in ottobre".

Deutsche Bank in trattativa con UBS?

Mentre proseguono le trattative con Commerzbank per una possibile fusione, Deutsche Bank sarebbe impegnata in un’altra ipotesi di operazione straordinaria. A rivelarla è il Financial Times, secondo il quale la prima banca tedesca sarebbe in "trattative serie", da due mesi circa, per fondere la propria divisione di asset management con quella di UBS. "Personalmente sono convinto da anni che il problema non è too big to fail ma too small to survive", commenta lo stesso Ermotti alla RSI.

 
Il nostro collaboratore Walter Rauhe

Il nostro collaboratore Walter Rauhe

TG 12:30 di giovedì 25.04.2019

 
UBS fusione con Deutsche Bank?

UBS fusione con Deutsche Bank?

TG 12:30 di giovedì 25.04.2019

 
ATS/EnCa/TG
Condividi