Kkiosk, un marchio importante di Valora, qui alla Stazione di Zurigo Oerlikon (Trapezio, Keystone)

Valora in salsa messicana

La multinazionale FEMSA fa un'offerta d'acquisto sul rivenditore al dettaglio basilese per un totale di 1,1 miliardi di franchi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La multinazionale messicana FEMSA (Fomento Económico Mexicano) con sede a Monterrey, vuole comprare Valora con un’offerta pubblica di 260 franchi per azione in contanti, pari a 1,1 miliardi. Il consiglio d’amministrazione e Ernst Peter Ditsch, azionista di maggioranza, si trovano a favore.

Proprietaria di K kiosk e della catena Brezelkönig, Valora ha registrato l’anno scorso una cifra d’affari di oltre 1 miliardo di franchi, 15 volte meno dei 27 miliardi di FEMSA. L’utile netto è stato di 8 milioni, una cifra in calo rispetto a quelle pre-pandemia. Quotata alla borsa messicana e a Wall Street, la multinazionale di Monterrey è il principale produttore di bevande nell’America Latina.

Valora manterrà la sua sede centrale a Muttenz, e non sono previste conseguenze negative sul personale. La transazione si completerà entro inizio ottobre. Il titolo Valora verrà quindi cancellato dalla Borsa svizzera. La fusione dovrebbe aiutare attivamente la crescita e permettere di “trarre profitto dalle risorse di FEMSA e dalla sua vasta esperienza come azienda leader nel settore”.

rachi/ATS
Condividi