Dal prossimo 1° novembre lascerà la guida della prima banca svizzera (reuters)

"Voglio scrivere il mio prossimo capitolo"

Sergio Ermotti se ne va da UBS, di cui era CEO dal 2011. L'olandese Ralph Hamers pronto a subentrargli

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

"Dopo quasi un decennio come CEO, è arrivato il momento di scrivere il mio prossimo capitolo. UBS è in ottima forma, gode della massima flessibilità strategica ed è ben posizionata per una crescita sostenibile".

Con queste parole il presidente della direzione di UBS Sergio Ermotti ha rassegnato ufficialmente le dimissioni dalla banca con effetto il 1° novembre. Dopo settimane di speculazioni e anticipazioni è giunta dunque la conferma, in tarda serata di mercoledì, dell'addio del ticinese dall'istituto che guida dal 2011.

UBS informa che la sua funzione sarà ricoperta dall'olandese Ralph Hamers proveniente dal gruppo bancario ING, che dirige dal 2013. Quest'ultimo, per garantire una transizione senza intoppi, entrerà a far parte della direzione dal primo di settembre.

Il 59enne, proveniente dall'investment banking, è stato promosso ad interim CEO nel settembre 2011, dopo che Oswald Grübel lasciò l'azienda in seguito allo scandalo delle frodi che coinvolse un trader di UBS con sede a Londra. Due mesi dopo venne nominato a tempo indeterminato. Precedentemente, ha trascorso 18 anni con la banca statunitense Merrill Lynch, entrando poi a far parte della banca italiana UniCredit nel 2005.

DegliA/LD/FD
Condividi