Il CEO Herbert Diess ha precisato in dettaglio le strategie del Gruppo VW (Volkswagen Newsroom)

Volkswagen accelera il futuro

Nel 2025 il colosso tedesco vuole essere il leader dell'elettromobilità e cinque anni dopo metà dell'offerta di auto sarà elettrificata. Lo dice il CEO Diess

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nel 2025 Volkswagen sarà leader nel mercato dell'elettromobilità ed entro il 2030 il colosso di Wolfsburg intende convertire la metà dell'offerta dei modelli in auto a batterie. Lo ha spiegato martedì il CEO Herbert Diess, presentando la strategia del gruppo.

Durante questo decennio l'impatto del motore termico deve calare del 30%, in linea con gli obiettivi dell'accordo sul clima di Parigi, ha rimarcato il dirigente. Diess ha anche spiegato che l'auto "sarà autonoma" e che questo "riguarderà pure la circolazione privata", con un miglioramento delle condizioni di sicurezza: "il traffico virtuale sarà molto più sicuro di quello di oggi", ha detto Herbert Diess.

 

I marchi del gruppo (Audi, Bentley, Lamborghini, Porsche, Seat, Skoda, Lamborghini e Porsche) offriranno meno modelli termici e meno propulsori. Il colosso tedesco punta a controllare gran parte dell'ecosistema delle auto elettriche, dalle batterie alla rete di ricarica, compreso pure il noleggio dei veicoli e l'applicazione che permette la prenotazione. VW mira a creare una vasta rete di stazioni di ricarica rapida: 18’000 in Europa, 17’000 in Cina e 10’000 negli Stati Uniti e in Canada.

La strategia di Herbert Diess sarà molto apprezzata anche a sud delle Alpi
La strategia di Herbert Diess sarà molto apprezzata anche a sud delle Alpi (Volkswagen Newsroom)

Intanto il successo dei veicoli elettrici è evidenziato anche in Ticino dalle tante richieste di questo genere di vetture, che stanno esaurendo il credito previsto a supporto del loro acquisto nel cantone italofono e tra queste vi sono evidentemente diversi prodotti del Gruppo Volkswagen. Sono stati erogati finora 2,74 milioni di franchi, vendute (al 1° luglio 2021) oltre 1'181 vetture elettriche ed installati 756 punti di ricarica, a conferma che la strategia scelta da Wolfsburg sembra essere davvero quella giusta.

EnCa/AFP/CaL
Condividi