(keystone)

Antisemitismo, Corbyn sospeso dai laburisti

La commissione britannica sui diritti umani ha riconosciuto il partito colpevole di atti di discriminazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'ex leader dei laburisti britannici, Jeremy Corbyn, è stato sospeso dal partito. La decisione è stata presa dal nuovo leader Keir Starmer ed è giunta in seguito alla pubblicazione del rapporto della Commissione dei diritti umani che ha riscontrato "atti illegali" di discriminazione improntate all'antisemitismo commessi all'interno del partito negli anni della leadership di Corbyn (2015-2020), esponente della sinistra radicale e sostenitore storico della causa palestinese.

 

Nel rapporto di 130 pagine della commissione si accusa il partito, sotto la gestione di Corbyn, di non aver reagito in modo coerente, deciso e trasparente a varie denunce "almeno fino al 2018", ossia fino agli ultimi due anni della leadership di Jeremy Corbyn, dimessosi poi dopo la sconfitta elettorale del dicembre 2019 e rimpiazzato dal più moderato Keir Starmer che s'è impegnato ora a combattere come priorità assoluta ogni traccia di antisemitismo e a "recuperare la fiducia" della comunità ebraica britannica.

ats/ug
Condividi