Il primo ministro australiano Anthony Albanese, il presidente statunitense Joe Biden, il premier giapponese Fumio Kishida e quello indiano Narendra Modi martedì a Tokyo (keystone)

Asia-Pacifico, "non si cambi lo status quo con la forza"

Stati Uniti, Giappone, Australia e India concludo il vertice sulla sicurezza indirizzando un messaggio alla Cina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Stati Uniti, Giappone, Australia e India hanno messo in guardia oggi, martedì, contro il “cambiamento dello statu quo con la forza” nell'Asia-Pacifico, concludendo così il cosiddetto “Quad”, il dialogo quadrilaterale di sicurezza, svoltosi a Tokyo alla presenza del presidente statunitense Joe Biden, del premier giapponese Fumio Kishida e dei primi ministri di Australia e India, Anthony Albanese e Narendra Modi.

Il messaggio è indirizzato alla Cina, seppure non venga mai citata del comunicato finale, e alla sua crescente influenza militare.

Durante il summit, le ambizioni territoriali di Pechino sono inoltre state paragonate all’invasione russa dell’Ucraina che “mina i principi fondamentali dell’ordine internazionale”. Il Quad non è tuttavia un’alleanza militare; dalla seconda riunione in presenza svoltasi nella capitale giapponese è scaturito solo un accordo per il monitoraggio della pesca illegale.

Agenzie/ludoC
Condividi