Il presidente USA Donald Trump (keystone)

"Bimbi in galera e basta ius soli"

Stretta sui migranti di Trump. Intanto il presidente USA apre alla Russia per un ritorno al G8

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Nuove dichiarazioni shock di Donald Trump sui migranti. Il presidente statunitense vuole che le famiglie con bambini - che attraversano illegalmente il confine fra Stati Uniti e Messico - possano essere detenute indefinitamente e sta anche valutando "seriamente" di mettere fine allo ius soli. Approvato dopo la Guerra di Secessione per assicurare a tutti gli afroamericani i pieni diritti, prevede la cittadinanza per tutti coloro che nascono negli USA o vengono naturalizzati.

La proposta dell'amministrazione per una detenzione illimitata punta ad abolire l'attuale limite di 20 giorni per i minori a meno che i bimbi non siano ospitati in strutture adeguate. L'amministrazione si augura che lo spettro di una detenzione sine die possa scoraggiare l'immigrazione e mettere fine al contrabbando di bimbi, usati dai trafficanti per garantire ai migranti l'ingresso negli Stati Uniti e far pagare loro cifre maggiori, talvolta proibitive, per il viaggio della speranza.

Nel frattempo, sul fronte internazionale, il presidente USA caldeggia un rientro della Russia nel gruppo dei Grandi: la trasformazione del G7 in G8 e il rientro di Vladimir Putin nel vertice dell'anno prossimo che si terrà negli Stati Uniti. Il capo della Casa Bianca, secondo la ricostruzione della CNN, avrebbe aderito con convinzione all'iniziativa lanciata dal presidente francese Emmanuel Macron, che soltanto due giorni fa aveva ricevuto Putin.

Prudenza a Mosca su un eventuale ritorno della Russia al tavolo dei Grandi, dal quale fu estromessa nel 2014 dopo la crisi per l'annessione della Crimea. Se ci sono proposte, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova, "devono essere inoltrate alla parte russa per essere esaminate".

ATS/M. Ang.

Condividi