Il cinquantesimo anniversario del Bloody Sunday
Il cinquantesimo anniversario del Bloody Sunday (Keystone)

Cinquant'anni dal Bloody Sunday

L'Irlanda commemora la strage. Il 30 gennaio 1972 a Derry, nell'Irlanda del Nord, militari britannici fermarono una marcia per i diritti civili uccidendo 14 persone

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il cinquantesimo anniversario del Bloody Sunday (domenica di sangue) ricorre oggi. E fra gli eventi organizzati nella città nordirlandese di Derry (Londonderry per britannici e unionisti), luogo di quei tragici fatti, c'è ovviamente anche una marcia pacifica, come quella tenutasi mezzo secolo fa quando lo scontro fratricida divampava nell'Ulster.

50 anni fa il Bloody Sunday

50 anni fa il Bloody Sunday

TG 20 di domenica 30.01.2022

 

Nel pomeriggio del 30 gennaio 1972 truppe britanniche a Derry, in Nord Irlanda, aprirono il fuoco su una manifestazione organizzata dalla Northern Ireland Civil Rights Association (l'Associazione per i diritti civili nordilrlandese), alla quale avevano aderito in 50'000.

 

Quel giorno morirono 13 persone e un'altra quattro mesi dopo, a seguito delle gravi ferite riportate.

Il testimone di Bloody Sunday

Il testimone di Bloody Sunday

TG 20 di domenica 30.01.2022

 

Nei giorni scorsi il premier del Regno Unito Boris Johnson, ricordando alla Camera dei Comuni l'anniversario, ha parlato di un "giorno tragico nella nostra storia" e ha ribadito l'impegno del suo Governo a tutela, anche dopo il divorzio dall'Unione europea, della pace raggiunta nell'Ulster nel 1998.

Bloody Sunday le foto

Bloody Sunday le foto

TG 20 di domenica 30.01.2022

 

La piena responsabilità britannica nella strage è emersa ufficialmente solo nel 2010 dopo un'indagine di dodici anni, conclusasi col rapporto di Lord Saville nel quale le uccisioni dei manifestanti vengono definite "ingiustificate" e "ingiustificabili".

RG 12.30 del 30.01.22: convivenza in Irlanda, l'intervista a Federico Fabbrini direttore del Brexit Institute all'Università di Dublino di Manjula Bhatia
RG 12.30 del 30.01.22: convivenza in Irlanda, l'intervista a Federico Fabbrini direttore del Brexit Institute all'Università di Dublino di Manjula Bhatia
 
ATS/Red.MM
Condividi