L'azione legale potrebbe aprire la strada a molte altre cause collettive simili
L'azione legale potrebbe aprire la strada a molte altre cause collettive simili (facebook.com/cambridgeanalytica.org/RSI)

Class action contro Facebook

È accusata, assieme a Cambridge Analytica, di aver raccolto dati personali degli utenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È stata intentata mercoledì una class action negli Stati Uniti contro Facebook e Cambridge Analytica, azienda specializzata in marketing online.

Secondo i promotori dell’azione legale, il popolare social network e la compagnia con sede a New York hanno raccolto dati personali senza alcuna autorizzazione, e li hanno utilizzati per avvantaggiare la campagna elettorale di Donald Trump.

La causa è stata presentata presso la corte distrettuale di San José, in California, e potrebbe aprire la strada a molte altre cause collettive per la richiesta dei danni provocati dalla mancata protezione dei dati personali. La donna che l'ha avviata, secondo i suoi avvocati, ha constatato un forte aumento dei messaggi politici sulla sua pagina nel corso della campagna elettorale e si rende conto ora che si è trattato di un tentativo di influenzare il suo voto.

Un'altra causa è partita intanto a San Francisco, su iniziativa di un azionista di Facebook danneggiato dal crollo del titolo in borsa negli ultimi giorni.

ATS/Bleff/pon

Continua la polemica su Facebook

Continua la polemica su Facebook

TG 20 di mercoledì 21.03.2018

Condividi