Miliziani legati al Governo di Fayez al-Sarraj, riconosciuto a livello internazionale (keystone)

Crisi libica, soluzione lontana

L'esperto Arturo Varvelli: "Dal vertice di Berlino buone intenzioni ma nessun meccanismo per far rispettare gli accordi"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Più che un accordo mi sembra si tratti di una serie di buone intenzioni, perché non c'è un meccanismo tale per il quale questi punti (che sono stati decisi da tutti, leciti e corretti) poi vengano mantenuti”. Così l’esperto Arturo Varvelli, direttore della sede di Roma dell'European council on foreign relations, commenta il Vertice di Berlino sulla crisi libica appena concluso.

“Sostanzialmente ci dovremo fidare della parola che è stata data da Egitto, Emirati Arabi, Turchia che sono i principali sponsor delle due fazioni, ma non abbiamo nessun meccanismo per fare rispettare e sanzionare eventualmente il non rispetto di questi accordi”, spiega Varvelli.

La proposta era quella di inviare una forza internazionale, composta soprattutto dall'Italia, ma che non sembra abbia trovato un vero consenso.

“Per parlare in maniera concreta e non in via teorica di un impegno di questo tipo bisogna innanzitutto che vi sia un cessate il fuoco chiaro e siglato dalle due parti. Non mi pare siamo a questo punto. Siamo ancora nelle fasi preliminari. Il vertice di Berlino è un discreto successo per la diplomazia tedesca, soprattutto. Berlino è riuscita dove non sono riuscite Parigi e Roma perché, sostanzialmente, ha rilanciato un'azione europea e ha trovato un punto di mediazione. Questo è un buon risultato ma solamente da una prospettiva del processo di integrazione Europea, non è un buon risultato dal punto di vista degli interessi europei nella crisi Libica, che rimangono ancora altamente esposti. Siamo ancora noi europei, sostanzialmente, che ci prendiamo tutte le conseguenze di questa crisi: dal mancato arrivo di flussi energetici fino alla questione migratoria. Per non parlare della più generale instabilità dell'area. Quindi c'è ancora tanto da fare”, sottolinea Varvelli.

Libia, l'analisi dell'esperto

Libia, l'analisi dell'esperto

TG 20 di lunedì 20.01.2020

 
RG/M. Ang.
Condividi